Connect with us

Pubblicato

il

Arezzo_stadioA conferma della grave crisi economica e strutturale in cui versano le serie minori del calcio italiano, con una sequenza interminabile di crisi societarie sia in terza che quarta serie nazionale – culminate nella recente cancellazione del Perugia dai campionati professionistici – arriva da Arezzo una notizia che fa scalpore (nella foto: lo stadio).

Si tratta della clamorosa decisione di non iscriversi al prossimo campionato di Lega Pro presa dal club amaranto, che ha partecipato al girone A della Prima Divisione ed è stata eliminata in semifinale play off dalla Cremonese.

L’annuncio arriva direttamente dal sito web della società dopo che il presidente Piero Mancini, nel corso delle ultime settimane, aveva più volte sottolineato la sua difficoltà a guidare l’Arezzo anche nel prossimo torneo. La nota ufficiale è rivolta a istituzioni, istituti finanziari e tifosi. La riportiamo integralmente.

“La società amaranto ritiene opportuno comunicare alle istituzioni locali, alle autorità politiche agli istituti finanziari e soprattutto ai propri tifosi ed a tutti coloro che con simpatia seguono le sorti del calcio aretino, le difficoltà nelle quali versa la società per l’iscrizione al prossimo campionato. 

In prossimità della scadenza del 25 giugno p.v. la società dovrebbe adempiere a degli impegni che consentirebbero il regolare futuro della gestione, ma stante l’attuale situazione essa non sarà in grado di assolvere.

Al di là delle normali critiche questa gestione societaria ha sempre profuso il massimo impegno per rispettare il corretto adempimento di tutti gli obblighi grazie anche al sostegno storico di banche e dell’amministrazione comunale. La gestione del calcio è diventata sempre più complessa e onerosa basti pensare agli insostenibili costi di gestione per la messa in sicurezza dello stadio che superano di gran lunga gli incassi delle partite, all’amministrazione comunale che è impossibilitata a dare supporto al mantenimento della nostra struttura sportiva e dall’allontanarsi delle banche che fino ad oggi avevano sostenuto la gestione della società. 

Il mondo del calcio non può più “brillare” per i lauti stipendi dei calciatori, per le astronomiche cause arbitrali di mobbing, per gli aumenti delle iscrizioni ai tornei e delle fidejussioni, tutto è diventato insostenibile a causa della profonda e grave crisi che ci sta attanagliando. 

La società A.C. Arezzo è un patrimonio ed un immagine della città da salvaguardare con orgoglio, ma oggi bisogna avere anche il coraggio di vedere la realtà come un insieme di difficoltà di cui nessuno si vuol far carico e non possiamo pensare che un solo “soggetto”, visto che i principali attori si stanno allontanando da questo mondo, possa accollarsi tutto questo”.

Redazioneweb – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Opinioni2 settimane fa

La Juventus si riprende il talento di Sofia Cantore: sarà qualcosa di travolgente?

Quando nella stagione 2020-21 Sofia Cantore fu trasferita alla Florentia San Gimignano, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni...

Editoriali2 settimane fa

Superlega Serie A femminile: un occhio di riguardo per i vivai

Per certificare il ruolo cruciale dei settori giovanili nella prossima Superlega professionistica della A femminile, è necessario tenere bene a...

Opinioni3 settimane fa

Calcio femminile e ‘grande storia’ dei club: solo il tifo non è negoziabile

Il calcio è uno sport bellissimo, a prescindere dal genere. La sua valenza sociale riposa nella trasversalità del tifo, che...

Editoriali3 settimane fa

Serie A e Serie B femminili: mancano pochi giorni alle iscrizioni

Il termine di scadenza per le iscrizioni ai campionati di Serie A e Serie B femminile incombe. Entro le ore...

Opinioni4 settimane fa

Calcio femminile, non solo Superlega: e la copertura mediatica?

La Serie A Femminile – con il passaggio al professionismo – deve stabilire la sua mission, che passa attraverso un...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, occorre ossigeno: in campo la ‘meglio gioventù’

✅ Il passaggio al professionismo della Serie A Femminile rende ineludibile il potenziamento dei settori giovanili 👉🏾 “Serie A Femminile  e...

Opinioni3 mesi fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi