Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

Cavese_presentazioneNon tutto è perduto, anzi! Venerdì sera, in un incontro tra tifosi, dirigenti e calciatori, alla presenza del sindaco, la città di Cava de’ Tirreni ha emesso un sussulto capace di smuovere una situazione angosciante. La Cavese ha ancora una residua speranza di sopravvivere. I calciatori, dalla voce di capitan Nocerino, si sono detti disposti a ridurre la cifra spettante anche del 30% per firmare le liberatorie; e Antonio Della Monica ha deciso di compiere un’ultimo doveroso sforzo economico, racimolando moneta liquida per coprire parte della quota totale, che si aggirerebbe intorno agli 800 mila euro. L’amministratore Adolfo Accarino fa poi sapere di aver ottenuto una proroga di cinque giorni per il deposito dei libri contabili al tribunale fallimentare, proroga che scadrà il 23 giugno. Serve altro denaro, dunque il sindaco Marco Galdi, con un comunicato stampa diffuso oggi, si rivolge alla cittadinanza e indice una raccolta fondi presso il Comune metelliano:

«(…) L’Amministrazione comunale ritiene che la squadra costituisca un patrimonio della città e vuole lottare fino all’ultimo per esperire ogni tentativo per salvarla. Occorre, però, che ciascuno faccia la Sua parte, perché la squadra sia consegnata alla nuova dirigenza pronta per l’iscrizione al prossimo campionato. Nonostante le difficoltà economiche, chi ha guidato la Cavese negli ultimi anni ha dimostrato una importante disponibilità per saldare una parte consistente dei debiti ed ottenere le liberatorie dei calciatori. I calciatori si sono dichiarati disponibili a ridurre le loro spettanze. L’Amministrazione comunale è pronta a sostenere il progetto in modo ben più consistente che nel passato. Resta ancora da raccogliere, tuttavia, una somma importante, per la quale rivolgiamo un appello a tutti i tifosi.
Da domani mattina, domenica 20 giugno, dalle ore 9,00 alle 13,00 e dalle 16,00 alle 19,00 (e così nei giorni seguenti), il Sindaco e l’Assessore allo Sport saranno personalmente presenti nel Palazzo di Città (Stanza del Sindaco) a ricevere i contributi dei cittadini, che saranno, per maggior trasparenza, immediatamente registrati sul sito del Comune con l’indicazione della somma e del nominativo di chi ha versato.
Lunedì, inoltre, sarà aperto un conto corrente per i bonifici bancari, di cui pure si darà conto sul sito del Comune quotidianamente.
Riusciremo a salvare la nostra squadra, solo se saremo uniti, se sapremo essere veramente una comunità
».

C’è chi ha già messo mano alle tasche; nonostante lo scetticismo di alcuni, questa è certamente l’ultima carta da giocare e, seppur non si dovesse raggiungere la cifra necessaria, servirà come segnale che la città dovrà lanciare ad Enzo Belfiore, imprenditore interessato e unico soggetto capace di dare continuità al calcio a Cava de’ Tirreni. E Belfiore resta alla finestra: lo stesso sindaco fa sapere di averlo contattato riscontrando in lui la perdurante disponibilità all’acquisizione del club, ferme restando le condizioni poste inizialmente. Per i tifosi, ancora tre giorni col fiato sospeso.

Davide Lamberti – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film