Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

Si è svolto a Parma un incontro con i sindaci, centrato sul tema sella sicurezza. Era presente anche il ministro dell’Interno Roberto Maroni che ha risposto in modo lapidario a una domanda sulle nuove normative che entreranno in vigore a partire dal prossimo campionato di calcio volta a capire se ci potranno essere proproghe sulla Tessera del tifoso, che continua a essere oggetto di critiche da parte delle società e del tifo organizzato (nella foto: la singolare protesta dei tifosi dell’Arezzo in occasione della partita con il Figline giocata in Prima Divisione di Lega Pro).

“Le nuove regole sulla Tessera del tifoso stanno mettendo in difficoltà solo chi non si è voluto adeguare in tempo e chi pensa che, magari, continuando a non adeguarsi possa portare il Ministero a ripensarci. Non sarà così”, ha precisato Maroni.

“Di questi provvedimenti parliamo ormai da due anni e c’è stato tutto il tempo per adottarli – ha ribadito il ministro- È il malcostume italico di non adeguarsi alle novità ed arrivare all’ultimo momento per poi chiedere un rinvio. Uno lo abbiamo già fatto, tra l’altro, con l’impegno di tutte le società di essere pronte in tempo utile per l’inizio del prossimo campionato. C’è una lettera scritta, con l’impegno di tutti, non vedo quindi la necessità di nuovi slittamenti. Se uno non si adegua significa che ha deciso di non adeguarsi, cioè di non rispettare un impegno formale con il ministro dell’Interno, e ne subirà le conseguenze”.

Sa. Mig. – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film