Connect with us

Pubblicato

il

Scade oggi il termine ultimo per la presentazione della domanda di iscrizione al prossimo campionato di Lega Pro. In Prima e Seconda Divisione, sono molte le squadre con problemi, più o meno gravi, che rischiano di partire con penalizzazioni nel prossimo torneo o addirittura di non iscriversi affatto. C’è già chi ha confermato la propria intenzione a non iscriversi (Rimini) e chi invece sta lottando contro il tempo per adempiere a tutte le incombenze. Vediamo nel dettaglio chi e cosa rischia, tra le squadre di Prima Divisione.

RIMINI: La società ha già fatto sapere, tramite un lungo comunicato stampa, di non essere intenzionata ad iscriversi al prossimo campionato di Prima Divisione. La proprietà era alla ricerca di un possibile acquirente che portasse continuità al progetto. Questo non è avvenuto e la Cocif non ha potuto fare altro che disimpegnarsi.

PERUGIA: Tutto è legato ad un ricorso presentato dal presidente Covarelli, ma a dirla tutta il Perugia non esiste praticamente più. Gli umbri dovranno ripartire dalla Serie D o da altra categoria inferiore cui la LND vorrà affiliarli. In queste ultime ore si stanno prodigando in tentativi disperati alcuni imprenditori locali che, unitamente al sindaco Boccali, stanno cercando di salvare il salvabile. La Prima Divisione però appare solo una chimera.

MANTOVA: Il presidente Lori, fino alla fine, sta cercando forze fresche per permettere al Mantova di iscriversi al campionato di Prima Divisione. Il tentativo appare veramente arduo, visto il disinteresse degli imprenditori della zona. Appare quindi quasi scontata la non iscrizione del Mantova in Prima Divisione, tanto che al momento non si hanno notizie di trattative in via di definizione.

AREZZO: Il presidente Mancini era stato chiaro già qualche giorno addietro. “Non iscriverò la squadra al prossimo campionato”. Queste erano state le parole del patron aretino. La conseguenza è sotto gli occhi di tutti. Il numero uno della società toscana sembra però intenzionato a depositare, entro oggi, la domanda di iscrizione nuda e cruda. Una scelta assimilabile a un tentativo terapeutico terminale, prima di staccare la spina. Mancano liberatorie e i 400 mila euro della fidejussione.

GALLIPOLI: I giallorossi, che appena un anno fa festeggiavano la Serie B, si ritrovano oggi a non conoscere il proprio destino. Una situazione appesa ad un filo troppo sottile per dare speranze, figuriamoci certezze. A Gallipoli l’unica cosa certa è che solo un vero miracolo potrà portare i giallorossi ad iscriversi al prossimo campionato di Prima Divisione. E potrebbe non bastare.

CAVESE: E’ tornata la speranza tra i tifosi Blufoncè. Sono state infatti saldate tutte le spettanze verso i propri tesserati. Un notevole passo in avanti che, in giornata, potrebbe diventare definitivo con la presentazione di tutta la documentazione. Qualche motivo di preoccupazione rimane, sebbene alcuni imprenditori metelliani abbiano dato la propria disponibilità per procedere al pagamento della fidejussione e delle restanti cifre da produrre.

SALERNITANA: La società campana pare aver risolto le problematiche di qualche settimana fa. Definite le liberatorie, nella giornata di ieri è stata presentata alla Lega tutta la documentazione riguardante l’iscrizione al prossimo campionato. L’unico dubbio riguarda la convenzione per l’uso dello stadio Arechi, ma a quanto pare l’accordo sembra essere vicino.

Stefano Cordeschi – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Opinioni2 settimane fa

Coppa Italia Femminile: per conoscere meglio i 16 club di una serie B ad alto potenziale

Domenica 11 settembre prende il via la prima giornata della Fase a Gironi di Coppa Italia Femminile ➡️ il programma....

Opinioni3 settimane fa

Serie B Femminile: è possibile l’impresa di far concorrenza alla Serie A?

Da subito Calciopress ha ritenuto opinabile e affrettata la scelta di entrare nell’era professionistica del calcio femminile con una Superlega...

Editoriali4 settimane fa

La Nazionale, la Serie A e il professionismo: la lunga estate calda del calcio femminile

Un’estate torrida come non mai. Un caldo infinito, iniziato già a maggio. Roba che, alla lunga, dà alla testa. Non...

Opinioni1 mese fa

Calcio femminile e ‘grande storia’ dei club: solo il tifo non è negoziabile

Il calcio è uno sport bellissimo, a prescindere dal genere. La sua valenza sociale riposa nella trasversalità del tifo, che...

Nazionale2 mesi fa

Nazionale Femminile: il supporto Rai è stato un ‘flop’ per la crescita del movimento?

La Rai ha puntato molto sulla Nazionale Femminile. Secondo Andrea Fagioli, opinionista di ‘Avvenire, è stato un flop mediatico ➡️...

Editoriali2 mesi fa

Campionato Europeo: se il calcio femminile diventa qualcosa di travolgente

✅ Inghilterra-Svezia di ieri sera è stata gioia pura per gli occhi. La ciliegina sulla torta? Il magnifico gol di...

Nazionale2 mesi fa

Passata la delusione Nazionale, è ora di tuffarsi nel campionato di Serie A femminile

☑️ La delusione dell’Europeo va in archivio. Così speriamo tutti. L’eliminazione nella fase a gironi della Nazionale di Milena Bertolini,...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi