Connect with us

Pubblicato

il

La vita si è fatta dura per Marcello Lippi, ex allenatore della Nazionale azzurra (dopo l’insediamento ufficiale di Cesare Prandelli) incappato in una debacle che peserà per molto tempo sulla sua testa.

Si preannunciano tempi altrettanto aspri per Giancarlo Abete, presidente non dimissionario della Figc riconfermato nella carica (almeno a parole) dai 22 consiglieri federali nel corso dell’assemblea del 2 luglio scorso.

In molti, tra quelli che formalmente hanno espresso fiducia nel proseguimento del mandato, potrebbero non adeguarsi al piano di rifondazione che Abete ha appena delineato ma è tutto da costruire. Una rivoluzione copernicana che richiede carisma, consenso e decisionismo. Doti che, notoriamente, hanno fatto sempre difetto al massimo dirigente del calcio italiano.  

La prova provata del mare agitato in cui dovrà navigare il non dimissionario Abete viene dalla nuova norma sugli extracomunitari. Una regola appena varata dalla Figc che potrebbe essere subito affossata, con buona pace del presidente di Federcalcio.

La sua estemporanea promulgazione ha suscitato un diffuso malcontento tra i potenti club di serie A e quelli più o meno disastrati della cadetteria, già impegnati in manovre di calciomercato che potrebbero risentire di questa decisione e determinare ulteriori collassi a bilanci già alla canna del gas.

Per questa ragione ne sarebbe stata chiesta la cancellazione o, quanto meno, la posticipazione alla prossima sessione di calciomercato. E così gli organi federali dovrebbero mestamente ringuainare la sciabola e tornare con la coda tra le gambe sui propri passi per consentire il normale svolgimento delle trattative.

Come inizio del nuovo corso non c’è male per i vertici anagraficamente datati di un calcio che rappresenta, come meglio non potrebbe, un paese per vecchi qual è diventato l’Italia. 

Sergio Mutolowww.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Opinioni1 giorno fa

La Juventus si riprende il talento di Sofia Cantore: sarà qualcosa di travolgente?

👉🏾 Questo articolo era stato pubblicato da Calciopress nel luglio 2022, a futura memoria. Lo riproponiamo, perchè Sofia Cantore ha...

Opinioni3 settimane fa

Coppa Italia Femminile: per conoscere meglio i 16 club di una serie B ad alto potenziale

Domenica 11 settembre prende il via la prima giornata della Fase a Gironi di Coppa Italia Femminile ➡️ il programma....

Opinioni4 settimane fa

Serie B Femminile: è possibile l’impresa di far concorrenza alla Serie A?

Da subito Calciopress ha ritenuto opinabile e affrettata la scelta di entrare nell’era professionistica del calcio femminile con una Superlega...

Editoriali1 mese fa

La Nazionale, la Serie A e il professionismo: la lunga estate calda del calcio femminile

Un’estate torrida come non mai. Un caldo infinito, iniziato già a maggio. Roba che, alla lunga, dà alla testa. Non...

Opinioni1 mese fa

Calcio femminile e ‘grande storia’ dei club: solo il tifo non è negoziabile

Il calcio è uno sport bellissimo, a prescindere dal genere. La sua valenza sociale riposa nella trasversalità del tifo, che...

Nazionale2 mesi fa

Nazionale Femminile: il supporto Rai è stato un ‘flop’ per la crescita del movimento?

La Rai ha puntato molto sulla Nazionale Femminile. Secondo Andrea Fagioli, opinionista di ‘Avvenire, è stato un flop mediatico ➡️...

Editoriali2 mesi fa

Campionato Europeo: se il calcio femminile diventa qualcosa di travolgente

✅ Inghilterra-Svezia di ieri sera è stata gioia pura per gli occhi. La ciliegina sulla torta? Il magnifico gol di...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi