Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

Tempi difficili per il calcio italiano, reduce dalla vergognosa eliminazione della Nazionale di Lippi in Sudafrica.

Una Caporetto che sembra aver scoperchiato il vaso di Pandora dei tanti conti in sospeso tra le varie anime della Federcalcio. Il non dimissionario presidente Giancarlo Abete si trova a gestire una situazione complessa e fatica a tenere unite le diverse componenti federali. Se non siamo al tutti contro tutti poco ci manca.

In questo contesto aspro, i 20 club della Lega serie A sono riuniti oggi in assemblea straordinaria per elaborare tattiche e strategie. Si era parlato di un boicottaggio del Consiglio federale in programma domani venerdì 16 luglio a Roma. Sembra che l’ipotesi sia tramontata. Beretta, Cellino e Lotito saranno presenti e pronti a dare battaglia.

La Lega di A vuole un peso maggiore all’interno della Figc e certamente l’attuale 12% non basta a soddisfare una categoria in grado di apportare al sistema introiti per 1,5 miliardi di euro (100 milioni dei quali redistribuiti a serie B, Lega Pro e LND).

Beretta vorrebbe riconquistare per i club che rappresenta anche il diritto di veto abrogato dopo Calciopoli.

Infine c’è la volontà di impugnare la delibera sugli extracomunitari. Anche se alcuni presidenti, in primis quello del Palermo Zamparini, vorrebbero arrivare a una scissione dalla Figc sull’esempio Premier League.

Molte questioni bollono nel pentolone dell’indigesto calcio italiano. Qualcosa dovrà necessariamente cambiare. E non saranno cambiamenti di poco conto (leggi QUI il comunicato ufficiale emesso al termine dell’assemblea). 

So. Gian. – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film