Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

Il calcio vive tempi opachi. Tempi di (presunti) campioni dietro ai quali si celano spesso piccoli uomini, di giocatori sempre più milionari e sempre meno di esempio per i giovani, di amaro rimpianto per un passato che fu e che non tornerà più.

Ci mancano i grandi calciatori del passato, che hanno saputo scrivere pagine indimenticabili del calcio e della storia nazionale. Uomini che, oggi più che mai, si stagliano come giganti sulle ombre tristi proiettate da un calcio che sta andando alla deriva.

Stasera Raitre trasmette uno speciale di Sfide dedicato a un grande campione del passato, Gigi Riva (nella foto). Una trasmissione che ripercorrerà la carriera di un giocatore schivo e discreto come pochi altri, dall’infanzia difficile fino ai successi con il Cagliari culminati nella conquista dello scudetto.

Si parlerà molto anche di Nazionale e, in particolare, della mitica Italia-Germania 4-3. Ricordi che riscaldano il cuore in un momento nel quale gli Azzurri, eliminati in Sudafrica al primo turno del Mondiale con Lippi in panchina, hanno toccato uno dei punti più bassi della loro storia.

Si arriverà fino al 1973. Quando Riva, per restare fedele alla maglia del Cagliari che era per lui una seconda pelle, rifiutò il trasferimento alla Juventus. Come fece anche Gigi Meroni del Torino.

Erano altri tempi. Tempi in cui la vita si affrontava mettendo in campo il cuore, non guardando solo al portafogli. Tempi in cui si vincevano sfide che vale la pena di ripercorrere, per aspirare una sana boccata di aria fresca. 

Em. Rot. – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film