Connect with us

Pubblicato

il

Risulta assai strano, che in un paese dove tutti vogliono dire la loro, che sia in politica, sociale o sport, nessuno dei giocatori del massimo campionato parli della Tessera del tifoso. L’unico a disquisire sul provvedimento è stato Daniele De Rossi, facendolo forse in modo sbagliato, cadendo anche lui nell’errore di generalizzare su una categoria (Polizia), così come avviene oggi sui tifosi. Ad onor del vero, lo fecero anche Palombo e mister Lippi, prima dell’avventura Mondiale. Pochissimi dei grandi nomi del calcio italiano ha preso posizione sull’argomento.

Sebbene a più riprese, stuzzicati dai media sull’argomento, nessuno ha dato un suo parere, positivo o negativo che sia. Eppure la Tessera del tifoso è un provvedimento che riguarda il calcio, alla pari delle mutualità, dove invece i pareri si sprecano. Forse perché la cosa non li riguarda personalmente, anche se saranno sempre in meno a gridare il loro nome allo stadio, o forse perché si ha il timore di incorrere in deferimenti.

Fatto sta, che si evita di parlare della Tessera del tifoso, come ad Hogwarts lo si fa per  Voltermort. Sarebbe invece interessante conoscere il parere di chi vive della passione dei tifosi, la cui presenza è imprescindibile alla vita di questo sport. Senza i tifosi, il calcio non avrebbe motivo di esistere, o sarebbe relegato a sport secondario, così come accade per altre discipline.

Continueremo a domandare loro una personale opinione, nella speranza che qualcuno rompa questa sorta di muro omertoso, prendendo una posizione. Ma non lo faremo per poi sventolare assensi o dissensi, ma solo per conoscere il punto di vista degli attori principali, di un teatro chiamato calcio, che rischia sempre più di diventare un teatro di strada.

Stefano Cordeschi – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Opinioni1 giorno fa

Serie A Femminile a rischio invasione straniere: rafforzare i settori giovanili

Passa anche attraverso il ruolo cruciale del settore giovanile di ogni singolo club la transizione verso il professionismo della Serie...

Editoriali2 settimane fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali3 settimane fa

Serie A Femminile: ci sono voluti 50 anni per il professionismo

“Siamo fatti anche noi della materia di cui sono fatti i sogni: nello spazio e nel tempo di un sogno...

Editoriali1 mese fa

La Serie A Femminile scende a 10 club dal 2022-23: è una riforma affrettata?

👉🏽 La Divisione Calcio Femminile presieduta da Ludovica Mantovani, con il passaggio al professionismo, ha deciso che la serie A...

Editoriali1 mese fa

La Serie A Femminile passerà a 10 club: Morace storce il naso

Carolina Morace ha scelto di prendere parte a “Campionesse“, la docuserie di Rakuten Tv disponibile dal 2 dicembre che racconta...

Editoriali2 mesi fa

La Serie A verso il professionismo e il modello del Napoli Femminile

La lettera aperta indirizzata il 2 settembre scorso alla ct della Nazionale, Milena Bertolini, dal presidente del Napoli Femminile Raffaele...

Editoriali3 mesi fa

Serie A Femminile, un calcio che ha bisogno di ‘storie’

Eduardo Galeano è l’autore di uno dei libri più belli mai scritti per spiegare il mondo del pallone. “Splendori e...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi