Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

La voglia di vedere la nuova Nazionale all’opera è molta, così come quella di lasciarsi indietro definitivamente la disfatta del Sudafrica. Questa sera, a Londra contro la Costa d’Avorio, la nuova Italia di Cesare Prandelli cercherà di riavvicinare gli italiani ai colori azzurri. Tenterà di farlo con la ricerca del gioco d’attacco, che tanto piace agli amanti del calcio, e che giocoforza non potrà essere ben consolidato, visto che il nuovo tecnico non ha avuto il tempo necessario per provare le nuove geometrie.

Ma Cesare Prandelli ha le idee chiare, le ha avute sin da subito, con convocazioni mirate a ringiovanire la rosa dei giocatori, portandosi dietro talento e fantasia. Non ha tentennato neanche un attimo sul tema degli oriundi, dicendosi disponibile ad un loro impiego. Parole di circostanza? Niente affatto, tanto che nella sua prima lista dei convocati ecco apparire Amauri. Nessuno chiede a Cesare, nella serata londinese, di dispensarci calcio champagne, non è questo il momento, visto il poco tempo avuto a disposizione per preparare la squadra, e lo stato di forma degli atleti, ancora in fase di preparazione con le rispettive squadre di club. Al tecnico di Orzinuovi si chiede solamente di avere coraggio nel portare avanti le proprie scelte e le proprie idee di calcio.

Ed in questo, l’ex allenatore della Fiorentina, è stato chiaro. Cercherà anche in Nazionale di fare un calcio d’attacco, senza timori, fatto di velocità ed equilibrio. Un Tecnico che da sempre ha saputo trarre il massimo, anche da situazioni al limite, non lesinando mai un occhio di riguardo verso i giovani calciatori. Ne è la prova provata la crescita calcistica e caratteriale di Montolivo, che da promessa incompiuta, con Prandelli, è passato a capitano inamovibile della Fiorentina.

La partita di questa sera contro la Costa d’Avorio, servirà soprattutto al Ct per rompere il ghiaccio, verso quell’emozione che contagia tutti coloro che amano i colori azzurri. Non conterà il risultato, a quello ci si penserà più avanti, ma sarà importante dare da subito un’impronta a questo nuovo corso. Prandelli ha già deciso la formazione che scenderà in campo a Londra, anche se qualche piccolo dubbio resta, soprattutto sull’impiego di Balotelli, che ha lavorato pochissimo in ritiro con l’Inter. Eventualmente il giovane attaccante potrebbe essere sostituito dal napoletano Quagliarella.

Probabili formazioni:

ITALIA (4-2-3-1): Sirigu; Motta, Bonucci, Chiellini, Molinaro; De Rossi, Palombo; Pepe, Cassano, Balotelli; Amauri. A disp.: Viviano, Antonimi, Cassani, Lucchini, Astori, Montolivo, Marchisio, Lazzari, Quagliarella, G. Rossi, Borriello, Mirante. All. Cesare Prandelli.

COSTA D’AVORIO (4-4-2):  Barry, Eboue, Kolo Toure, Bamba, Tiene, Kouassi, Zokora, Yaya Toure, Tiote, Kalou, Dindane. A disp.: Yeboah, Djakpa, Boka, Demel, Gohouri, Coulibaly, Tiote, Yapi-Yapo, Doumbia, Sagbo, Ya. All.: Francois Zahoui.

Redazioneweb www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali4 giorni fa

Serie A Calcio Femminile, nuovi orizzonti per nuove prospettive

La prima partita del campionato di Serie A Femminile, stagione 2020-21, si è giocata il lontano 22 agosto 2020. La...

Editoriali5 giorni fa

Serie A Femminile, tutto il bello della domenica

Il calcio era entrato in crisi molto prima della pandemia. Veniva fatto correre a rotta di collo lasciando pochissimo spazio...

Editoriali1 settimana fa

Serie A Femminile, a proposito di “mission” e nuovo corso

La transizione verso il professionismo della Serie A Femminile – fortemente voluta dal presidente della Figc Gabriele Gravina e sostenuta...

Editoriali2 settimane fa

Serie A Femminile, ad aprile si è giocato solo una volta!

Calciopress, con due successive riflessioni, ha sottolineato l’incredibile durata del campionato di Serie A Femminile stagione 2020-21 >>> LEGGI: “Serie...

Editoriali2 settimane fa

La Serie A Femminile e l’ossigeno della “meglio gioventù”

Il passaggio al professionismo della Serie A Femminile rende ineludibile il potenziamento dei settori giovanili>>>“Serie A Femminile  e ruolo dei...

Opinioni2 settimane fa

Alla Serie A Femminile serve un professionismo di sostanza

Nei mezzi di comunicazione di massa più influenti le notizie sono sempre ridotte ai minimi termini. Stiamo parlando del campionato...

Opinioni3 settimane fa

Serie A Femminile, il ruolo cruciale del Centro Sportivo

È stato detto che la Divisione Femminile ha due anime. Una radicata nel professionismo maschile e l’altra di matrice dilettantistica. La seconda anima...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film