Connect with us

Pubblicato

il

Tempi duri per Fabio Capello (nella foto, in un curioso atteggiamento) nella gelida Albione. Alle censure sul piano tecnico si aggiungono infatti adesso anche quelle al suo ancora stentato inglese.

News of the World rende noto infatti che la Football Association avrebbe invitato caldamente il tecnico friulano, discusso manager della Nazionale, a migliorare il suo inglese.

Il domenicale inglese scrive che, a quasi due anni di distanza dal suo sbarco Oltre­manica, l’ex juventino non ha fatto grandi passi avan­ti nella conoscenza della lingua. Nel giorno della sua presentazione come nuovo commissario tecnico della Na­zionale dei Tre Leoni, l’allenatore di Pieris pronunciò le sue prime parole in un inglese stentato.
Da allora, aggiunge News of the World, non è cambiato molto. An­che i giocatori dell’Inghilterra si sareb­bero lamentati: le difficoltà di appren­dimento del tecnico, a quanto pare, rappresentano un ostacolo non da po­co nella comunicazione fra Capello e il gruppo durante gli allenamenti.

Il News of the World fa l’esempio dell’a­michevole recentemente vinta dall’In­ghilterra contro l’Ungheria. Secondo la ricostruzione, negli spogliatoi dopo l’in­contro il ct si sarebbe limitato a frasi generiche del tipo: “Well done, good win, good win” ( “Ben fatto, bella vittoria”).
Capello si affida ancora all’interprete per parlare con i giocatori. Da qui, la ri­chiesta fatta dal direttore del Club En­gland, Adrian Bevington, la scorsa set­timana: il ct deve rimettersi sui libri per studiare l’inglese, perché in futuro la federazione si aspetta una comuni­cazione migliore fra lui e la squadra.

Il domenicale, sempre più impietoso, fa il paragone con un altro tecnico italiano attual­mente in Inghilterra, Carlo Ancelotti. L’allenatore del Chelsea dopo poche set­timane già parlava in inglese con i suoi giocatori.

So. Gian. – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Opinioni1 giorno fa

Serie A Femminile a rischio invasione straniere: rafforzare i settori giovanili

Passa anche attraverso il ruolo cruciale del settore giovanile di ogni singolo club la transizione verso il professionismo della Serie...

Editoriali2 settimane fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali3 settimane fa

Serie A Femminile: ci sono voluti 50 anni per il professionismo

“Siamo fatti anche noi della materia di cui sono fatti i sogni: nello spazio e nel tempo di un sogno...

Editoriali1 mese fa

La Serie A Femminile scende a 10 club dal 2022-23: è una riforma affrettata?

👉🏽 La Divisione Calcio Femminile presieduta da Ludovica Mantovani, con il passaggio al professionismo, ha deciso che la serie A...

Editoriali1 mese fa

La Serie A Femminile passerà a 10 club: Morace storce il naso

Carolina Morace ha scelto di prendere parte a “Campionesse“, la docuserie di Rakuten Tv disponibile dal 2 dicembre che racconta...

Editoriali2 mesi fa

La Serie A verso il professionismo e il modello del Napoli Femminile

La lettera aperta indirizzata il 2 settembre scorso alla ct della Nazionale, Milena Bertolini, dal presidente del Napoli Femminile Raffaele...

Editoriali3 mesi fa

Serie A Femminile, un calcio che ha bisogno di ‘storie’

Eduardo Galeano è l’autore di uno dei libri più belli mai scritti per spiegare il mondo del pallone. “Splendori e...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi