Connect with us
Sergio Mutolo

Pubblicato

il

Si gioca stasera allo stadio Ferraris di Genova Sampdoria-Werder Brema, gara di ritorno dello spareggio di Champions League valido per l’ammissione alla fase a gironi. Marassi si preannuncia esaurito. L’attesa per la partita è spasmodica in città.  

E però c’è un problema. In Italia, si sa, i problemi non mancano mai e finiscono (quasi) sempre per rompere le uova nel paniere.

Ieri sera Thomas Schaaf, tecnico del Werder Brema giunto in Liguria con appena sedici giocatori (ne porterà in panchina solo quattro), appena si è reso conto dello stato in cui versa il terreno di gioco è rimasto scioccato. Niente allenamento. Troppo alto il pericolo di perdere qualche prezioso elemento, specie quando i numeri sono risicati come nel suo caso.

In Italia si scherza con il fuoco anche nel mondo pallonaro. La questione non è certo limitata al Comune di Genova, alla Sampdoria e allo stadio di Marassi. Da noi si pensa di poter continuare a eludere regole che, altrove, sono applicate in quanto tali.

Fatto sta che la Uefa è stata allertata. Nei prossimi giorni è attesa una nota ufficiale di protesta indirizzata alla Sampdoria (che questa situazione la vive settimanalmente, o quasi, da parte lesa) e al Comune di Genova (che gestisce l’impianto).

Bisognerà che chi di dovere si decida a prendere i necessari provvedimenti in modo rapido e risolutivo. Anche perché il 12 ottobre, su questo terreno, si dovrebbe giocare Italia-Serbia per la qualificazione a Euro 2012.

L’obsolescenza degli stadi italiani e la (cattiva?) manutenzione degli impianti, affidata ai Comuni proprietari, rischia adesso di diventare un caso europeo. La Uefa non è certo disposta a transigere sul punto, come ha dimostrato il recente passato.

Nel frattempo la partita di stasera si giocherà su un (indecoroso) campo di patate?

Sergio Mutolo – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Off Side20 ore fa

Serie A Femminile, stadi vuoti e pesci rossi

La Serie A Femminile si avvia verso la conclusione di un campionato giocato a porte chiuse. Un vero e proprio...

Editoriali4 giorni fa

Serie A Femminile, i settori giovanili come plusvalore

La transizione della Serie A Calcio Femminile dallo status dilettantistico a quello professionistico, che si concretizzerà al termine della prossima...

Editoriali1 settimana fa

Serie A Calcio Femminile, nuovi orizzonti per nuove prospettive

La prima partita del campionato di Serie A Femminile, stagione 2020-21, si è giocata il lontano 22 agosto 2020. La...

Editoriali2 settimane fa

Serie A Femminile, tutto il bello della domenica

Il calcio era entrato in crisi molto prima della pandemia. Veniva fatto correre a rotta di collo lasciando pochissimo spazio...

Editoriali2 settimane fa

Serie A Femminile, a proposito di “mission” e nuovo corso

La transizione verso il professionismo della Serie A Femminile – fortemente voluta dal presidente della Figc Gabriele Gravina e sostenuta...

Editoriali3 settimane fa

Serie A Femminile, ad aprile si è giocato solo una volta!

Calciopress, con due successive riflessioni, ha sottolineato l’incredibile durata del campionato di Serie A Femminile stagione 2020-21 >>> LEGGI: “Serie...

Editoriali3 settimane fa

La Serie A Femminile e l’ossigeno della “meglio gioventù”

Il passaggio al professionismo della Serie A Femminile rende ineludibile il potenziamento dei settori giovanili>>>“Serie A Femminile  e ruolo dei...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film