Connect with us

Pubblicato

il

Il Cittadella non è partito bene, ma questa non è certo una novità. In cinque campionati di cadetteria la squadra padovana ha sempre perso la prima di campionato e non ha voluto fare eccezione neppure stavolta, nonostante il torneo abbia cambiato denominazione e si chiami adesso Serie Bwin.

Nonostante ciò la secca battuta d’arresto della squadra di Foscarini (nella foto) contro il neopromosso Portogruaro al Friuli di Udine (si è giocato su terreno neutro perdurando l’indisponibilità del Mecchia) ha lasciato il segno. Il club allenato da Viviani era alla sua prima esperienza di cadetteria e si sperava che l’esperienza del Cittadella nella categoria potesse fare la differenza.

Così non è stato. L’autorete di Nocentini nel finale del primo tempo e il raddoppio di Giacobbe nella ripresa in pieno recupero, hanno fissato il risultato a favore dei neofiti granata. I tentativi del Cittadella sono stati alquanto sterili e hanno portato solo a una lunga serie di calci d’angolo.

Pesa nel reparto offensivo la cessione di tre elementi (Ardemagni, Iunco e Pettinari) in grado di fare 40 gol in campionato, che ora mancano all’appello. Perna e Gabbiadini, schierati nell’undici di partenza, sono stati poco incisivi. Idem dicasi per il diciannovenne Martignago e per Arma subentrati in corsa: il loro ingresso non ha cambiato la sostanza delle cose.

Per la seconda giornata del campionato arriva al Tombolato il Torino, pieno di problemi che mister Lerda sta cercando faticosamente di risolvere. I granata del presidente Cairo sono stati matati nella giornata inaugurale da un Varese pure neopromosso e ancora più sorprendente del Portogruaro. La squadra allenata da Sannino è stata capace di imporre il suo gioco all’Olimpico, portandosi a casaa vittoria insperata alla vigilia.

Si tratta a questo punto di capire se e come Cittadella e Toro sapranno reagire al doppio schiaffo subito da due matricole che si annunciano terribili.

So. Gian. – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Opinioni3 giorni fa

Serie A Femminile a rischio invasione straniere: rafforzare i settori giovanili

Passa anche attraverso il ruolo cruciale del settore giovanile di ogni singolo club la transizione verso il professionismo della Serie...

Editoriali2 settimane fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali3 settimane fa

Serie A Femminile: ci sono voluti 50 anni per il professionismo

“Siamo fatti anche noi della materia di cui sono fatti i sogni: nello spazio e nel tempo di un sogno...

Editoriali1 mese fa

La Serie A Femminile scende a 10 club dal 2022-23: è una riforma affrettata?

👉🏽 La Divisione Calcio Femminile presieduta da Ludovica Mantovani, con il passaggio al professionismo, ha deciso che la serie A...

Editoriali1 mese fa

La Serie A Femminile passerà a 10 club: Morace storce il naso

Carolina Morace ha scelto di prendere parte a “Campionesse“, la docuserie di Rakuten Tv disponibile dal 2 dicembre che racconta...

Editoriali2 mesi fa

La Serie A verso il professionismo e il modello del Napoli Femminile

La lettera aperta indirizzata il 2 settembre scorso alla ct della Nazionale, Milena Bertolini, dal presidente del Napoli Femminile Raffaele...

Editoriali3 mesi fa

Serie A Femminile, un calcio che ha bisogno di ‘storie’

Eduardo Galeano è l’autore di uno dei libri più belli mai scritti per spiegare il mondo del pallone. “Splendori e...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi