Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

Il giovane Empoli assemblato dal presidente Corsi, in ossequio alla linea verde che da queste parti è stata sempre ritenuta vincente, ha iniziato il campionato di Serie Bwin come meglio non poteva. La squadra abilmente condotta in panchina da Alfredo Aglietti ha vinto in trasferta a Frosinone, dando il primo dispiacere della stagione ai canarini di mister Carboni.

Oltre a Coralli (autore di una bella doppietta) si è messo in gran luce Diego Fabbrini, classe 1990, talentino proveniente dal ricco vivaio dell’Empoli. Prova vivente che puntare sui giovani si può, anzi si deve.

Quando il presidente Corsi presentò questa estate il suo Empoli nei giorni del ritiro, ebbe parole di grande stima per tutti gli elementi della rosa e in particolare per Fabbrini: “Sono certo che tutti i nostri ragazzi siano in grado di crescere alla svelta ad iniziare magari da quel Diego Fabbrini che in Italia, tra i giovani nati nel 1990, è secondo solo a Mario Balotelli”.

Fabbrini (nella foto, contrastato da un avversario) sembra aver ricambiato immediatamente la fiducia del suo presidente e si è reso autore di un gran gol nella partita di Frosinone, infilando il sette della porta avversaria con una fulminante saetta scagliata dal limite.

Il gesto tecnico del giocatore non è passato inosservato. Già messo sotto osservazione da numerosi club di serie A lo scorso anno, quando giocò una trentina di volte segnando una rete, Fabbrini si trova al centro di importanti trattative di calciomercato.

Sembra che tra le società interessate a rilevarne il cartellino ci siano Genoa, Udinese e addirittura il Milan. Il dg Pino Vitale nicchia, ma ha le idee chiare: “Anche se qualche trattativa dovesse concretizzarsi, il ragazzo per quest’anno non si muove da Empoli”.

Lu. Cian. – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film