Connect with us

Pubblicato

il

Mister Brucato, intanto complimenti per il brillante esordio di domenica contro la Ternana, contro la quale ci si attendeva un Taranto finalmente organizzato. Fino ad ora ha funzionato tutto secondo i tempi e le modalità che lei in primis, non essendo “subentrato” come nella passata stagione, ha avuto modo di dettare. Ci dica dell’ambiente e di come si prepara l’insidiosa trasferta romana.

Direi buona, era importante partire col passo giusto perché, alla luce di quanto avvenuto la passata stagione occorreva dare un’impronta di un certo tipo, come dicevo domenica, bisognava avviare “l’operazione entusiasmo”, creare quel feeling che dev’esserci con i tifosi, la stampa, l’ambiente in generale. Era importante dare un segnale e, benché le condizioni climatiche non fossero congeniali, si è cercato di vincere a tutti i costi. Ci sono dei margini sicuri di miglioramento e dobbiamo avere il giusto entusiasmo, ma anche la necessaria umiltà“.

A proposito di questo Mister, quanto le è piaciuta la squadra di domenica e quali sono gli aspetti ancora da migliorare, rispetto a come vuol sentirsi rappresentato da questa squadra?

Guardi, domenica quel che mi ha soddisfatto di più è stato partire forte, arrembanti nel primo quarto d’ora, seppur pagando questo sforzo successivamente, però siamo partiti con l’atteggiamento volitivo di chi la partita la voleva vincere e, credetemi, in quelle condizioni il dispendio di energie era davvero notevole. L’approccio è stato l’aspetto fondamentale direi, poi, com’è naturale, l’aspetto tecnico è da migliorare, siamo ancora alla prima partita; in avanti abbiamo adottato un assetto diverso da quello provato in ritiro, ma è evidente che la mentalità sia per ora l’aspetto preponderante“.

Mister, parliamo di Rantier: il ragazzo ieri ha dichiarato di non essere un trequartista, e nemmeno un battitore di calci di punizione. Cosa dovremo aspettarci dal francese adesso che verrà schierato nel suo ruolo naturale?

Eh…ho letto proprio stamani l’intervista al ragazzo, tant’è che oggi, dopo l’allenamento, l’ho ammonito scherzosamente che, se afferma di non aver mai giocato in quel ruolo, mi mette in gabbia, allorché lui ha detto “Mister mi faccia giocare ove meglio crede, purché mi faccia giocare”. Scherzi a parte, lui è un attaccante esterno, una seconda punta, però ha di quelle caratteristiche grazie alle quali, lavorandoci, può giocare anche dietro le due punte. In questo frangente era la soluzione che mi forniva le maggiori garanzie ed è comunque positivo che i ragazzi si mettano a disposizione, provando situazioni tattiche cui non sono del tutto abituati. In questo caso credo che abbiamo una freccia in più nel nostro arco, da sfruttare alla bisogna“.

Mister, parlando della partita di sabato, crede il clima surreale, e mi riferisco alla possibilità di accedere al Flaminio solo per i possessori di tessera del tifoso, possa in qualche modo influenzare negativamente la squadra?

Credo che sarebbe stato sicuramente molto bello avere tanti nostri tifosi al seguito. Ora io non so quanti ne saranno ma, di certo, saranno più di quelli dell’Atletico Roma e, per pochi che essi siano, sapranno farci sentire il loro apporto. Noi cercheremo comunque di essere massimali in qualsiasi frangente“.

Enrico Losito e Stefano Delacroix – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Opinioni1 giorno fa

Serie A Femminile a rischio invasione straniere: rafforzare i settori giovanili

Passa anche attraverso il ruolo cruciale del settore giovanile di ogni singolo club la transizione verso il professionismo della Serie...

Editoriali2 settimane fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali3 settimane fa

Serie A Femminile: ci sono voluti 50 anni per il professionismo

“Siamo fatti anche noi della materia di cui sono fatti i sogni: nello spazio e nel tempo di un sogno...

Editoriali1 mese fa

La Serie A Femminile scende a 10 club dal 2022-23: è una riforma affrettata?

👉🏽 La Divisione Calcio Femminile presieduta da Ludovica Mantovani, con il passaggio al professionismo, ha deciso che la serie A...

Editoriali1 mese fa

La Serie A Femminile passerà a 10 club: Morace storce il naso

Carolina Morace ha scelto di prendere parte a “Campionesse“, la docuserie di Rakuten Tv disponibile dal 2 dicembre che racconta...

Editoriali2 mesi fa

La Serie A verso il professionismo e il modello del Napoli Femminile

La lettera aperta indirizzata il 2 settembre scorso alla ct della Nazionale, Milena Bertolini, dal presidente del Napoli Femminile Raffaele...

Editoriali3 mesi fa

Serie A Femminile, un calcio che ha bisogno di ‘storie’

Eduardo Galeano è l’autore di uno dei libri più belli mai scritti per spiegare il mondo del pallone. “Splendori e...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi