Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

L’Osservatorio per le manifestazioni sportive, che fa capo al ministero degli Interni, ha ufficializzato i numeri sulla Tessera del tifoso: 522.379 le richieste dei tifosi per avere la card, solo 378.455 le tessere emesse dalle società (nella foto: la singolare protesta attuato lo scorso anno contro la tessera dai tifosi dell’Arezzo durante la gara con il Figline in Lega Pro).

Cartellino rosso per i club professionistici (dalla serie A, alla B, alla Prima e Seconda Divisione di Lega Pro): “Il ritardo nel rilascio di migliaia di tessere è imputabile esclusivamente alle stesse società», chiosa l’Osservatorio. La situazione viene definita “ingiustificabile”, anche se Maroni si dichiara “soddisfatto perché le richieste sono state superiori alle attese” e fa sapere che, in questo fine settimana, assisterà a una partita di campionato (non si sa ancora quale).

Maurizio Beretta, presidente della Lega di serie A, replica alle critiche dell’Osservatorio  con una intervista a Il Mattino: “Alla vigilia della prima partita di campionato è stato consegnato il 75% delle tessere e per la seconda gara si arriverà sicuramente al 100%”.

La spiegazione della differenza tra le tessere emesse e quelle richieste, con un ‘buco’ di circa 113mila card, per Beretta va spiegata “con la campagna abbonamenti tuttora aperta e partita in alcune piazze in ritardo”, ma anche “con alcuni problemi che erano prevedibili in un programma così impegnativo come la tessera del tifoso”.

Beretta conclude: “Per ovviare al problema sono state trovate, d’intesa con l’Osservatorio, alcune soluzioni transitorie per l’ingresso di alcune tifoserie negli stadi e l’impressione e’ che tutto sia sotto controllo”.

Dicendosi “soddisfatto” e sicuro che si arriverà “al mezzo milione di tessere, a testimonianza dell’impegno e del senso di responsabilità delle società'”, il presidente della Lega di Serie A TIM conclude definendo “ingeneroso” il comunicato del Viminale sulla differenza tra card emesse e card richieste dalle squadre di serie A (leggete QUI le polemiche scoppiate a Genova tra Comune e Osservatorio del Viminale, ndr).

Anche la Lega Bwin risponde piccata alle osservazioni del Viminale e fa sapere che “le tessere richieste ai nostri club sono state circa 65mila”, precisando che “le società si sono subito adeguate alle richieste”. 

Lu. Cian. – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali4 giorni fa

Serie A Calcio Femminile, nuovi orizzonti per nuove prospettive

La prima partita del campionato di Serie A Femminile, stagione 2020-21, si è giocata il lontano 22 agosto 2020. La...

Editoriali5 giorni fa

Serie A Femminile, tutto il bello della domenica

Il calcio era entrato in crisi molto prima della pandemia. Veniva fatto correre a rotta di collo lasciando pochissimo spazio...

Editoriali1 settimana fa

Serie A Femminile, a proposito di “mission” e nuovo corso

La transizione verso il professionismo della Serie A Femminile – fortemente voluta dal presidente della Figc Gabriele Gravina e sostenuta...

Editoriali2 settimane fa

Serie A Femminile, ad aprile si è giocato solo una volta!

Calciopress, con due successive riflessioni, ha sottolineato l’incredibile durata del campionato di Serie A Femminile stagione 2020-21 >>> LEGGI: “Serie...

Editoriali2 settimane fa

La Serie A Femminile e l’ossigeno della “meglio gioventù”

Il passaggio al professionismo della Serie A Femminile rende ineludibile il potenziamento dei settori giovanili>>>“Serie A Femminile  e ruolo dei...

Opinioni2 settimane fa

Alla Serie A Femminile serve un professionismo di sostanza

Nei mezzi di comunicazione di massa più influenti le notizie sono sempre ridotte ai minimi termini. Stiamo parlando del campionato...

Opinioni3 settimane fa

Serie A Femminile, il ruolo cruciale del Centro Sportivo

È stato detto che la Divisione Femminile ha due anime. Una radicata nel professionismo maschile e l’altra di matrice dilettantistica. La seconda anima...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film