Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

Risultati secondo pronostico, con qualche eccezione, hanno scandito la  giornata. Tra le “sorprese” spicca sicuramente la vittoria della Lucchese sul neutro di Vasto contro il Foggia. I satanelli non riescono a ripetere la prova di sette giorni fa contro la Cavese incappando in una sconfitta tanto amara, quanto inattesa. I dauni dimostrano, comunque, di essere squadra viva recuperando nella ripresa lo 0-2 inflitto dai toscani, che da parte loro non subiscono il contraccolpo psicologico del ritorno degli uomini di Zeman. La rete decisiva la realizza su rigore (concesso per atterramento di Biggi da parte del portiere Ivanov) l’attaccante Grassi. Ci sarà molto da riflettere per i ragazzi del tecnico boemo, in particolare su un primo tempo regalato agli avversari, senza dimenticare le sofferenze patite in difesa  per l’intraprendenza del tridente offensivo toscano.

Altra sorpresa di giornata è rappresentata dalla vittoria del Foligno sul terreno della Juve Stabia. Il giovane e aggressivo team di mister Matrecano stende i più esperti avversari grazie ad un uno-due mortifero realizzato in soli tre minuti da Falcinelli (16’s.t.) e Giacomelli (19’s.t.) su punizione. Gli umbri nel finale di match dilagano, ma trovano sulla propria strada un super Fumagalli. Eppure le vespe avevano iniziato l’incontro con buoni propositi, riversandosi con continuità in avanti e cogliendo anche una traversa con tarantino in apertura di secondo tempo. C’è sicuramente tempo per recuperare, ma il doppio k.o. subito nelle prime due giornate di campionato deve fare riflettere mister Braglia.

Si issa al primo posto (in coabitazione con la Lucchese) l’Atletico Roma di Incocciati. I capitolini barcollano nei primi venti minuti di gara di fronte alla notevole spinta prodotta dal Taranto. A spezzare gli equilibri ci pensa Franchini in chiusura di primo tempo. I romani sono abili ad aspettare gli avversari ed hanno buon gioco di rimessa. Con tale atteggiamento sfiorano anche il raddoppio nella ripresa con Romondini prima e Chiaretti successivamente. Quest’ultimo coglie la traversa. Di contro gli jonici recriminano per la rete (regolare) annullata nella ripresa a Innocenti. Nella circostanza il guardalinee Del Bianco sbandiera un fuorigioco a dir poco dubbio.

Il Lanciano supera il rimaneggiato Benevento in una gara nella quale lo spettacolo latita. L’unica rete dell’incontro la sigla, poco dopo la mezzora, Di Cecco “aiutato” dall’ingenuità del portiere giallorosso Aldegani. Nella ripresa gli abruzzesi legittimano la vittoria con il palo colto da Zeytulaev.

Convincente la prestazione del Gela che batte un Andria timido e troppo dimesso, sopratutto nel primo tempo. Il risveglio degli uomini di Papagni è tardivo: la rete realizzata dal Sibilano al 9′ della ripresa serve solo a limitare i danni, dopo le marcature realizzate dai siciliani con Giardina (43′ p.t.) e Cunzi (8’s.t.) su rigore.

Sprecone il Barletta che, opposto al Pisa tra le mura amiche , tiene in mano le redini dell’incontro per tutto l’arco dei novanta minuti. Ma la poca cattiveria sotto rete penalizza la squadra di Sciannimanico, raggiunta nel finale (42′ s.t.) dalla magistrale punizione di Carparelli.

Finisce a reti bianche l’attesissimo derby tra Nocerina e Cavese. Le due formazioni, accantonato il fioretto, si affrontano esclusivamente di spada. Il canovaccio della contesa vede i ragazzi di Auteri costantemente in proiezione offensiva con gli aquilotti pronti a ripartite in contropiede. Alla fine si conteranno poche occasioni da rete con il pari finale che accontenta entrambe le compagini.

Una rete di Marolda condanna il Siracusa alla seconda sconfitta consecutiva. L’attaccante del Viareggio realizza una bella rete al culmine di una pregevole trama di gioco dei toscani. Dall’altra parte i siciliani non demeritano presentandosi spesso dalle parti di Pinsoglio, estremo difensore in giornata di grazia.

Nel posticipo di lunedì sera scialbo 0-0 tra Ternana e Cosenza. Poche le emozioni (concentrate nella prima frazione), prevale la paura di perdere.

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Off Side7 ore fa

Serie A Femminile, stadi vuoti e pesci rossi

La Serie A Femminile si avvia verso la conclusione di un campionato giocato a porte chiuse. Un vero e proprio...

Editoriali3 giorni fa

Serie A Femminile, i settori giovanili come plusvalore

La transizione della Serie A Calcio Femminile dallo status dilettantistico a quello professionistico, che si concretizzerà al termine della prossima...

Editoriali1 settimana fa

Serie A Calcio Femminile, nuovi orizzonti per nuove prospettive

La prima partita del campionato di Serie A Femminile, stagione 2020-21, si è giocata il lontano 22 agosto 2020. La...

Editoriali1 settimana fa

Serie A Femminile, tutto il bello della domenica

Il calcio era entrato in crisi molto prima della pandemia. Veniva fatto correre a rotta di collo lasciando pochissimo spazio...

Editoriali2 settimane fa

Serie A Femminile, a proposito di “mission” e nuovo corso

La transizione verso il professionismo della Serie A Femminile – fortemente voluta dal presidente della Figc Gabriele Gravina e sostenuta...

Editoriali2 settimane fa

Serie A Femminile, ad aprile si è giocato solo una volta!

Calciopress, con due successive riflessioni, ha sottolineato l’incredibile durata del campionato di Serie A Femminile stagione 2020-21 >>> LEGGI: “Serie...

Editoriali2 settimane fa

La Serie A Femminile e l’ossigeno della “meglio gioventù”

Il passaggio al professionismo della Serie A Femminile rende ineludibile il potenziamento dei settori giovanili>>>“Serie A Femminile  e ruolo dei...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film