Connect with us

Pubblicato

il

Il quesito probabilmente sarà attuale fino all’immediata vigilia di Taranto-Gela, perchè mister Brucato ha pensato bene di mischiare le carte durante il test di metà settimana contro il Martina (formazione di Eccellenza). Per la cronaca l’amichevole è terminata con il risultato di 1-1: vantaggio degli ospiti con De Nicola (32′ st), a cui è seguita la rete del pareggio realizzata da Russo negli ultimi minuti (42′ st) di gara.  In effetti il tecnico jonico ha qualche dubbio (reale), come quello legato alle condizioni fisiche di Antonazzo. L’ex Chievo Verona accusa ancora fastidi per un botta rimediata nell’incontro con l’Atletico Roma di domenica scorsa.

Se il terzino destro non dovesse farcela, al suo posto potrebbe essere proposto Cutrupi. Il resto del retroguardia pare scontato con Bremec in porta, Migliaccio e Cotroneo centrali e Rizzi sull’out mancino.  Discorso similare per la mediana, dove dovrebbero agire Giorgino, Di Deo e Pensalfini. Magari,

 come annunciato da Brucato, le posizioni dei tre potrebbero mutare nello scacchiere tattico. Per questo una delle ipotesi percorribili potrebbe condurre ad un inversione di ruolo tra Giorgino e Di Deo: il primo agirebbe da mediamo, mentre il secondo si posizionerebbe sul centro-destra. Il vero rebus, però, riguarderebbe l’attacco.

Scontato l’impiego di Rantier restano un paio di ballottaggi per gli altri due posti. Per la punta centrale si contendono una maglia Ferraro e Innocenti, mentre per il ruolo di punta esterna Ciotola e Russo paiono in vantaggio su Garufo. Non escludiamo, a priori, un cambio di modulo con un ritorno al 4-3-1-2. In tal caso, fatti salvi i reparti di difesa e centrocampo, muterebbe l’assetto offensivo con Rantier ad agire dietro il tandem d’attacco composto da Ferraro e Innocenti. Tante soluzioni, dunque, per un undici indecifrabile. Del resto con mister Brucato le sorprese sono dietro l’angolo e i vaticini, a volte, risultano fallaci.

Enrico Losito – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali3 settimane fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali3 settimane fa

La Serie A verso il professionismo e il modello del Napoli Femminile

La lettera aperta indirizzata il 2 settembre scorso alla ct della Nazionale, Milena Bertolini, dal presidente del Napoli Femminile Raffaele...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali2 mesi fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato2 mesi fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni2 mesi fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali3 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato diffuso a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi