Connect with us

Pubblicato

il

Lucchese e Ternana si incontrano oggi in una gara dal doppio significato. Da un lato i rossoneri in testa alla classifica, a fronte di due vittorie in altrettante gare. Dall’altra i rosso verdi  che, al momento, in due partite sono riusciti ad incamerare solamente un punto nel proprio carniere. Giornata soleggiata a Lucca, con un clima ideale per una gara che si preannuncia di alto contenuto tecnico. L’allenatore rossonero Favarin ha lavorato in settimana con piglio per preparare la gara contro la Ternana. Assenze importanti sul fronte rossoverde dove il corazziere Tozzi Borzoi, e Nolè hanno dovuto dare forfait, così come il lungo degente Concas. Prima dell’inizio della gara verrà effettuato un minuto di raccoglimento per la scomparsa di Alessio Grandi, fotografo di gazzetta lucchese, e il figlio o del collega Aldo, scomparso prematuramente all’età di 22 anni a seguito di un incidente stradale.

PRIMO TEMPO: parte la gara (foto: di gazzettalucchese.it) con le due squadre alla ricerca del possesso della palla. non sembra avere alcun timore reverenziale la Ternana, che ribatte colpo su colpo le azioni dei rossoneri. ma al 7’ la lucchese passa in vantaggio con Biggi che, con un tiro perentorio batte Visi, incolpevole nell’occasione. Reagisce la Ternana, specialmente sulle fasce, ma non impensierisce più di tanto la difesa locale. al 16’ l’incerto direttore di gara, Di Francesco,  ferma inspiegabilmente Marotta lanciato a rete. Punizione ed ammonizione per l’attaccante rossonero, reo di aver protestato oltremodo. Ti aspetti la Ternana ed invece è sempre la Lucchese a comandare le danze con Biggi sugli scudi, e con il portiere ospite Visi chiamato in un paio di occasioni a risolvere la situazione. la Lucchese regge bene l’urto delle azioni della Ternana, che si avvale soprattutto di lanci lunghi verso le punte. Spreca troppo la Lucchese con Biggi e Marotta, che in un paio di occasioni hanno graziato l’estremo umbro. La Ternana sembra in balia degli attaccanti rossoneri, e nelle ripartenze i rossoverdi non risultano essere pericolosi più di tanto. Tegola per mister Gobbo, che perde per infortunio anche Procida che viene sostituito da Grieco. Finisce la prima frazione di gara con la squadra di Favarin in vantaggio per una rete a zero, e con una superiorità territoriale che appare schiacciante.

SECONDO  TEMPO: parte con altro piglio la Ternana, anche se a dirla tutta è sempre la Lucchese a dettare i ritmi di gioco. Al settimo i rossoneri concretizzano la sua superiorità con un preciso contropiede che pesca Marotta in fuga solitaria verso la porta di Visi. L’attaccante rossonero prende la mira e batte per la seconda volta Visi, che nulla può sulla conclusione del numero 9 rossonero. tra il 18º al 20º succede di tutto. Perde palla malamente sulla tre quarti di campo Artistico, che lancia il contropiede della Lucchese, palla al centro, dove Biggi non perdona. Passa un minuto e Borghetti si fa espellere a seguito di un brutto fallo. Per la Ternana cala il buio. Alla mezz’ora anche la Lucchese e resta in dieci, causa l’espulsione di Marasco. Attimi di tensione sulle panchine. 41º arriva il quarto gol della Lucchese, con il neo entrato Pezzi, lesto ad insaccare un cross di Biggi. I minuti finali servono solamente ai tifosi rossoneri per inneggiare i propri cori ai loro beniamini. Finisce qui Lucchese – Ternana, con i rossoneri ancora al comando della classifica, e gli umbri che tornano a casa con un’altra prestazione deludente.

LUCCHESE: Pardini; Baldanzeddu, Bertoli, Mariotti, Lollini, Michelotti (20’st Pezzi), Grassi (14’st Piccinni), Chadi, Marotta (22’st Marasco), Carloto, Biggi. A Disp.: Pennesi,  Costantini, Pera, Taddeucci. All. Favarin

TERNANA: Visi, Quondamatteo, Camillini, Arrigoni, Borghetti, Procida (46’pt Grieco), Ricca (10’st Della Penna), Nitride, Artistico, Noviello (42’pt Balistreri), Lacheheb. A Disp.: Cunzi, Imburgia, Fuscello, Alessandro. All. Gobbo.

Arbitro: Di Francesco (Signoriello-Vuolo)
Marcatori: 7’pt Biggi, 7’st Marotta, 18’st Biggi, 41’st Pezzi
Ammoniti: Marotta (L), Noviello (T), Lollini (L), Quondamatteo (T)
Espulsi: Borghetti (T) Marasco (L)

Stefano Cordeschi – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali3 settimane fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali3 settimane fa

La Serie A verso il professionismo e il modello del Napoli Femminile

La lettera aperta indirizzata il 2 settembre scorso alla ct della Nazionale, Milena Bertolini, dal presidente del Napoli Femminile Raffaele...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali2 mesi fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato2 mesi fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni2 mesi fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali3 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato diffuso a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi