Connect with us

Pubblicato

il

Giorno di vigilia per l’Italia Under 21 che domani all’Adriatico, con inizio alle ore 17.00, affronterà il Galles. Si tratta di una gara decisiva per la qualificazione degli Azzurrini.  

Grazie al recente successo in Bosnia Erzegovina, e alla successiva vittoria del Galles in Ungheria, i ragazzi di Pierluigi Casiraghi (nella foto) potranno centrare il sorpasso proprio sul filo di lana. sarebbe sufficiente una vittoria per 1-0, visto che la capolista ha solo tre punti di vantaggio e ha battuto l’Italia per 2-1 a Cardiff.

Mister Casiraghi dovrebbe riconfermare gli stessi undici che hanno affrontato la Bosnia una settimana fa. L’unica novità è rappresentata dal sostituto di Paloschi che dovrebbe essere Marilungo, pronto a far coppia in attacco con Okaka.

“Questa è una partita fondamentale”, ha detto Casiraghi. “E’ come se fosse una partita di ritorno in Coppa. Il Galles è una squadra molto offensiva, che gioca un calcio molto propositivo. Bogna fare una partita intelligente e trovare il momento giusto per colpire. Ai miei ragazzi ho chiesto di ripetere la stessa partita che abbiamo disputato contro la Bosnia Erzegovina sette giorni fa”.

Casiraghi, dopo l’infortunio subito da Paloschi nella gara contro la Serbia, ha convocato al suo posto Destro: “Mi dispiace molto per Paloschi, che ha dovuto lasciare il ritiro azzurro. Speriamo di riaverlo al più presto con noi, perché è un elemento molto importante per la nostra Nazionale”.

Nella gara di andata l’Italia ha perso contro il Galles: “Abbiamo perso con il Galles nella gara di andata – spiega Casiraghi – e per questo dobbiamo cercare di vincere a tutti i costi”.

Nel Galles formazione praticamente già fatta, visto che sarà riconfermata la stessa che ha battuto l’Ungheria una settimana fa.

L’incontro sarà diretto dall’arbitro Hendrikus S. H. Bas Nijhuis, coadiuvato dagli assistenti Wilco Lobbert e Coen Droste. 

Rita Consorte www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali2 settimane fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali2 settimane fa

La Serie A verso il professionismo e il modello del Napoli Femminile

La lettera aperta indirizzata il 2 settembre scorso alla ct della Nazionale, Milena Bertolini, dal presidente del Napoli Femminile Raffaele...

Editoriali4 settimane fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali2 mesi fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato2 mesi fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni2 mesi fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali3 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato diffuso a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi