Connect with us

Pubblicato

il

Il presidente della Triestina, Stefano Fantinel, non ci sta. Incassate le (tante) critiche che gli sono piovute addosso dopo la scelta di riempire la tribuna Colaussi delo stadio “Nereo Rocco” con tifosi di cartapesta (nella foto), in occasione della partita di serie Bwin giocata domenica scorsa con il Pescara, fa capire di non essere disposto ad arretramenti di sorta. Anzi è pronto a raddoppiare il numero dei tifosi virtuali disegnati sulle gigantografie.

Spiega il massimo dirigente del club alabardato: “Nonostante le iniziative promozionali attuate in questi anni, i tifosi al Nereo Rocco non sono mai stati più di 8-10 mila. E in uno stadio che ne può contenere 30 mila non sono proprio tantissimi. Ecco allora, anche per recuperare un pò di entrate, che abbiamo pensato ai tifosi virtuali, cioè a vendere a pagamento le tribune addobbandole con gigantografie di tifosi”.

Fantinel precisa che vuole andare avanti in questa iniziativa: “Nelle prossime domeniche cercheremo di riempire tutta la tribuna Colaussi vista l’eco mediatica della nostra iniziativa”. In soldoni ciò significa che i tifosi di cartapesta raddoppieranno e che “la società è pronta a portare a 24 mila il numero dei tifosi in foto”.

Il presidente della Triestina accoglie comunque l’invito del ct della Nazionale Cesare Prandelli a portare famiglie e bambini allo stadio, ma ne sottolinea l’intrinseca difficoltà a realizzare il progetto e lancia frecciate pesanti contro la Tessera del tifoso: “Nonostante l’impegno nostro e di tutte le società professionistiche il problema non è stato risolto. Nè lo possiamo risolvere con la tessera del tifoso, che obbliga gli ultras avversari senza abbonamento ad assistere alle gare insieme ai nostri abbonati”. 

Il tifo taroccato ai tempi della pay tv 

So. Gian. – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali3 settimane fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali3 settimane fa

La Serie A verso il professionismo e il modello del Napoli Femminile

La lettera aperta indirizzata il 2 settembre scorso alla ct della Nazionale, Milena Bertolini, dal presidente del Napoli Femminile Raffaele...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali2 mesi fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato2 mesi fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni2 mesi fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali3 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato diffuso a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi