Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

Calcio italiano sempre più nel marasma, avvitato in una crisi a livello dirigenziale che non riesce a trovare sbocchi. Mentre incombe lo sciopero dei giocatori professionisti per il mancato rinnovo del contratto collettivo scaduto da molte settimane, che potrebbe portare alla rescissione di molti dei trasferimenti avvenuti nel frattempo, anche la Serie B precipita nel caos.

Il presidente della Lega cadetta, Andrea Abodi, si è dimesso. “Mi sono dimesso dalla carica di presidente della Lega Calcio di serie B”, ha annunciato lo stesso Andrea Abodi a margine del convegno ‘Un marketing a misura di sport’.

Spiega Abodi: “Mi è stato notificato il parere negativo dalla Corte di Giustizia Federale che ha di fatto accolto il ricorso del Frosinone sulla mia elezione a presidente della Lega di B. E’ stato infatti riconosciuto, in contraddizione a quanto precedentemente comunicato dalla Corte di Giustizia Federale a sezioni riunite, il principio per cui serve per l’elezione del presidente la maggioranza degli aventi diritto e non dei partecipanti al voto (Abodi aveva superato Michele Uva per 10 voti a 9 ma secondo questa interpretazione ne sarebbero serviti 11, ndr)”.
Abodi ha comunque lasciato la porta aperta per una nuova elezione: “Giovedì 16 settembre ho già convocato l’assemblea con all’ordine del giorno l’elezione del nuovo presidente. Ribadisco di non condividere il parere espresso dalla Corte, ma rispetto la decisione. Mi è stato chiesto di ricandidarmi e lo farò “.

Solo una tempesta in un bicchiere d’acqua? 

So. Gian. – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film