Connect with us

Pubblicato

il

Il giocatore della Roma Nicolas Burdisso (nella foto) si è reso protagonista, nella gara con il Cagliari persa dai giallorossi per 5-1, di un brutto fallo su Daniele Conti. Il difensore argentino è stato squalificato dal Giudice sportivo per due giornate.

Il sito web ufficiale dell’Inter è intervenuto sulla questione con una nota, in cui commenta la mancata squalifica del giocatore per un numero maggiore di giornate, a termini di regolamento.

Si legge infatti sul comunicato: “Non sono stati ravvisati gli estremi della “condotta violenta” in relazione al “fallo” di Nicolas Burdisso nei confronti di Daniele Conti. Non sono state dunque applicate le sanzioni previste dall’art. 19, comma 4, lettere b) o c) Codice di Giustizia Sportiva, che prevedono, quale pena minima, la squalifica rispettivamente per 3 o 5 giornate. Il Giudice Sportivo ha così inflitto la sanzione di due giornate di squalifica”.

Le ragioni dell’incursione un po’ indelicata del club nerazzurro guidato dal presidente Massimo Moratti nelle vicende di un club terzo diventano chiare leggendo la conclusione della nota: “Il calciatore Nicolas Burdisso parteciperà all’incontro Roma-Inter, valido per la 5a giornata del Campionato di Serie A”.

Come osserva Maurizio Crosetti su Repubblica di oggi (“Il derby degli arroganti”), facendo riferimento anche al richiamo apparso il giorno prima sul sito web del Milan al Refereeing Teaching Material dove è scritto che “un guardalinee deve sbandierare solo quando è sicuro del fuorigioco” (ogni riferimento alla partita con il Cesena è puramente casuale) rischia di trasformare le società di Serie A TIM in associazioni di legulei con la “smania di sostituirsi ai tribunali o almeno di far loro le pulci” e “sa di vittimismo e di arroganza”.

So. Gian. – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali2 settimane fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali2 settimane fa

La Serie A verso il professionismo e il modello del Napoli Femminile

La lettera aperta indirizzata il 2 settembre scorso alla ct della Nazionale, Milena Bertolini, dal presidente del Napoli Femminile Raffaele...

Editoriali4 settimane fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali2 mesi fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato2 mesi fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni2 mesi fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali3 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato diffuso a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi