Connect with us

Pubblicato

il

Settimana infuocata a Cava de’ Tirreni. Prosegue il muro contro muro tra le due fazioni in cui si è di fatto spaccata la società e il futuro della Cavese appare sempre più in bilico. Raccogliamo innanzitutto la richiesta di rettifica giuntaci da Giuseppe Spatola in merito al suo operato in società: «Voglio chiarire che non ho messo sotto contratto alcun calciatore – afferma l’ex patron del Benevento –,  poiché non è nei miei poteri di socio ordinario. Mi sono soltanto interessato a far arrivare Ciano in prestito dal Napoli, visto che avevo promesso un grande colpo ai tifosi, ma i calciatori contrattualizzati sono giunti a Cava prima del mio arrivo e grazie al lavoro del Direttore Generale». Fatta questa dovuta precisazione, Spatola si dice deluso dal comportamento dei soci che fanno riferimento a Di Donato («vedo che si vuole solo perdere tempo, senza parlare di cose concrete») e ribadisce di essere pronto a ricapitalizzare nella prossima assemblea in programma il 21 settembre. Di Donato, da parte sua, riferisce di voler fare le cose «a norma di Legge, davanti alla quale la forma non può essere sacrificata. In più ci sono alcuni soci a cui non sono state rilasciate le dovute quote, quindi non avrebbero diritto a partecipare all’assemblea pur avendo versato il proprio denaro. In questo modo andremo incontro a un’assemblea monca; non si può far partecipare solo i soci che fanno comodo. Abbiamo chiesto inoltre un resoconto delle spese di gestione in questa stagione, perché da due mesi ci hanno tagliato fuori».

Arriva la Ternana. Se in società si litiga, in squadra il clima è più sereno, nonostante l’esito delle trattative potrebbe portare a stravolgimenti tecnici. Ma calciatori e tecnico si concentrano sulla Ternana, avversario di turno. La squadra di Gobbo sta ultimando i rafforzamenti: in settimana ha firmato il centrocampista D’Antoni e si attende l’arrivo di Catinali. Ma i rossoverdi arriveranno al “Lamberti” in emergenza di uomini: fuori per squalifica Tozzi Borsoi (autore dell’unico gol fin qui messo a segno dalla Ternana) e Borghetti, saranno indisponibili Quondamatteo, Lacheheb, Concas, Perney e Ricca. Mister Gobbo dovrà quindi inventarsi la retroguardia e fare a meno di elementi di sicuro affidamento. Bizzarri verrà dirottato a destra in difesa, con Imburgia a sinistra. Esordio in mediana al fianco di Arrigoni per D’Antoni, Nolè e Camillini sugli esterni, Artistico-Noviello coppia avanzata.

Poker di punte. A far pensare positivo gli aquilotti, oltre alle assenze, ci pensa il ruolino esterno della Ternana: due sconfitte, zero gol all’attivo e ben cinque incassati. Ragione in più per rischiare qualcosa e “appesantire” la linea offensiva. Si va infatti verso un 4-2-4 puro, col recuperato Turienzo affiancato dal brillante Ciano, con Schetter e Bernardo ad agire più larghi. L’assenza di un terzino sinistro di ruolo costringerà mister Rossi a utilizzare Bacchiocchi in quella posizione e lasciare al duo Alfano-Di Napoli il ruolo di diga davanti alla difesa. Con entrambe le tifoserie presenti, si profila una partita divertente tra due squadre in cerca di punti. La Cavese, dal canto suo, non può fallire.

Davide Lamberti – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali2 settimane fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali2 settimane fa

La Serie A verso il professionismo e il modello del Napoli Femminile

La lettera aperta indirizzata il 2 settembre scorso alla ct della Nazionale, Milena Bertolini, dal presidente del Napoli Femminile Raffaele...

Editoriali4 settimane fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali2 mesi fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato2 mesi fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni2 mesi fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali3 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato diffuso a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi