Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

La Virtus Lanciano ottiene la terza vittoria consecutiva in casa, è imbattuta tra le mura amiche, vince 1-0 contro un buon Gela che capitola solo nel finale e dal dischetto per mano di Improta che realizza il suo primo centro stagionale regalando tre punti davvero importanti per la compagine di Mister Camplone. La squadra rossonera che oggi è scesa in campo col lutto al braccio per la scomparsa di un suo tifoso, oggi ha confermato l’ottimo trend casalingo, che però dovrà essere seguito da qualche buona prestazione anche lontano dalle mura amiche, il Gela dal canto suo rimedia una sconfitta che non gli permette di sfatare il tabù Biondi nel quale non ha mai vinto (1 pareggio e 2 sconfitte), la squadra di Mister Provenza prende goal anche nella giornata odierna, non riuscendo mai in queste prime giornate a tenere la porta inviolata.

Primo tempo: L’inizio è davvero molto blando squadre che si studiano e non riescono entrambe a trovare vere occasioni per arrivare per vedere la prima palla goal dobbiamo attendere il 32’p.t. quando Turchi effettua uno splendido cambio di gioco per Zeytulaev che aggancia bene in area e incrocia molto bene sul palo più lontano, palla che passa non lontano dal palo della porta difesa da Nordi. Cinque minuti più tardi,splendida percussione di Zeytulaev che tenta il tiro, invece di aprire sulla destra per Turchi che era tutto solo e poteva concludere meglio verso la porta. Al 41’p,t. la svolta del match, Piva già ammonito dal Sig. Carbone trattiene ripetutamente Turchi, e si merita il secondo giallo e la conseguente espulsione, lasciando così il Gela in dieci con tutto il secondo tempo da giocare. Tre minuti più, clamorosa occasione per la Virtus che beneficia di un penalty per il fallo di D’Anna su Turchi, si porta sul dischetto il bomber Di Gennaro che si fa parare il tiro da Nordi, e manda in fumo un’ottima occasione per portare in vantaggio la Virtus. Il primo tempo si conclude quattro minuti di recupero, le squadre vanno al riposo sul punteggio di 0-0.

Secondo tempo: La seconda frazione è praticamente un monologo rossonero, con la squadra ospite arroccata in difesa per mantenere il risultato di parità. Al 3’s.t. subito Virtus, Di Gennaro allarga bene sulla destra per Turchi che tutto solo in area incrocia il tiro, che viene splendidamente parato da Nordi. Quattro minuti più tardi altra fiammata rossonera, sugli sviluppi di una punzione battuta da Mammarella, Vastola tenta il colpo di testa che termina sull’esterno della rete. Al 14’s.t ci prova Zeytulaev con un gran tiro da fuori area, la palla sembra essere destinata sotto il set, ma Nordi devia splendidamente in corner. Al 23’s.t. ancora padroni di casa pericolosi, Mammarella mette al centro, arriva sul secondo palo tutto solo Vastola che tira a botta sicura, ancora splendido Nordi salva la squadra. Due minuti più tardi altro pericolo per la porta siciliana, Colussi allarga per Zeytulaev che prova il tiro a giro dal limite dell’area Nordi devia in corner con un altro intervento decisivo, sugli sviluppi del corner Vastola tutto solo sul secondo palo si divora un goal già fatto, altra chance mancata per il vantaggio rossonero. Al 35’s.t. si fa vedere il Gela che in contropiede va a concludere con Bigazzi, il cui tiro viene deviato in corner dalla scivolata di Mammarella.

Al 38’s.t. la Virtus ci riprova, cross di Mammarella dalla sinistra, Improta aggancia benissimo e lascia a Volpe che tutto solo da due passi tenta un tiro a giro che termina di poco sul fondo per la disperazione dei tifosi rossoneri che non vedono il goal arrivare. Quando il pareggio sembrava cosa fatta, arriva il goal della Virtus, dal dischetto Improta non sbaglia che sfrutta il penalty concesso dall’arbitro per l’atterramento di Zeytulaev, al momento della trasformazione scoppia il tripudio al Biondi, la Virtus realizza il goal che vale tre punti. La partita si conclude dopo 4 minuti recupero al Guido Biondi la Virtus Lanciano batte il Gela 1-0.

VIRTUS LANCIANO (4-3-3): Chiodini; Vastola, Ferraro, Antonioli, Mammarella; D’Aversa, Di Cecco (C) (1’s.t. Colussi), Sacilotto; Turchi (21’s.t. Improta), Di Gennaro (37’s.t. Volpe), Zeytulaev. A disp.: Aridità, Colombaretti, Amenta, Tamasi.  All.: Camplone

GELA (4-4-2): Nordi; Petrassi, Porcaro, Cardinale (C), Piva; Bigazzi, Giardina, Cruciani, D’Anna (1’s.t. Puccio); D’Amico (24’s.t. Cunzi), Docente (7’s.t. Franciel). A disp:. Maraglino, Avantaggiato, Piano, Vegnaduzzo All.: Provenza

MARCATORI:  42’s.t. Improta (V) Rig.
ARBITRO:  Carbone di Napoli
NOTE: terreno in discrete condizioni. Spettatori: 1500 circa . Ammoniti: 45’p.t. Turchi (V), 6’s.t. D’amico (G), 31’ s.t. Sacilotto (V), 41’s.t. Cardinale (G)  Espulsioni: 41’p.t. Piva (G) Angoli:  7  Virtus Lanciano, 1 Gela.   Falli subiti:  10 Virtus Lanciano,  20 Gela. Fuorigioco:  6 Virtus Lanciano, 6 Gela Recupero: 4‘ pt, 4’ st.

Commento finale: La Virtus Lanciano fa bottino pieno in casa, tre partite giocate altrettante vittorie, la squadra di Mister Camplone costruisce la sua vittoria prettamente tra le mura amiche, oggi però c’è da ravvisare un primo tempo davvero brutto, una squadra che è sembrata involuta e senza idee, poi la superiorità numerica e i cambi tutti indovinati di Mister Camplone hanno risolto la pratica Gela, ora arriva una sfida davvero importante per i rossoneri chiamati a far visita all’Atletico Roma autentica rivelazione d’inizio campionato, il prossimo match dirà molto sulla squadra e sul ruolo che può recitare nel campionato. Il Gela versione trasferta è troppo remissivo, pur mostrando delle qualità che andrebbero a mio avviso meglio sfruttate da coach Provenza, dal prossimo match casalingo con la Lucchese la squadra è chiamata a far punti per non veder precipitare la propria posizione in classifica.

Antonio Di Nunzio – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film