Connect with us

Pubblicato

il

Nessun pareggio, solo vittorie che animano la classifica e la accorciano in maniera inesorabile: perdono le prime tre in classifica, si fa sotto la Paganese, la Cremonese da segni di risveglio, mentre per Salernitana, ma soprattutto Verona (è ultima in classifica oggi!) e Spezia (via D’Adderio ecco Pane) è buio pesto.

La capolista Spal mantiene il primato ma perde una grossissima occasione per prendere il largo perdendo a Lumezzane dopo aver comunque disputato un’ottima partita, dove però è mancata la componente essenziale di questo gioco: il gol. E’ Fabio Lauria ha dare il primo dispiacere stagionale alla truppa di Egidio Notaristefano. Da notare che la squadra della Val Gobbia, senza penalità, sarebbe al comando della classifica.

La sorpresa del giorno è la Paganese che vola al secondo posto: al “Torre” un gran gol di Vicedomini affonda le speranze dell’Alessandria con Servili chiamato a respingere un calcio di rigore del giocatore campano Magliocco nel finale. Perde anche il Pavia in casa (espulso Tarantino nel finale) contro la Cremonese di Baroni che salva così la panchina: un gol del jolly Pradolin, punisce oltre i propri demeriti la squadra di Andrissi. A proposito di panchine, si fa bollente la situazione di Giannini a Verona dopo la sconfitta patita a Gubbio: avanti con Esposito gli scaligeri prima si fanno rimontare dall’ex di turno Gomez poi è il centrocampista Sandreani sul finire della prima frazione di gioco a siglare la rete del definitivo vantaggio umbro.

Va peggio a D’Adderio a La Spezia che viene sollevato dall’incarico dopo appena cinque turni: il giovanissimo Fischnaller e Martin portano la firma nella prima vittoria stagionale del Sudtirol contro lo Spezia al “Drusi” di Bolzano. Si fa largo a due punti dalla vetta la Reggiana: nel posticipo secco 2 a 0 (Guidetti e Maritato) al Como in trasferta contro una squadra mai pericolosa in attacco; idem dicasi per il Sorrento che, dopo essere andato in svantaggio due volte contro il Ravenna (Caturano prima e Tagliani poi), trova la forza di rialzarsi e battere i romagnoli con la doppietta di Paulinho e la marcatura vincente di Pignalosa. Per i costieri tre punti d’oro.

Perde la Salernitana a Crema contro un Pergocrema che rimane in piedi grazie alle prodezze del proprio estremo difensore Russo e a quelle del suo giovanissimo attaccante Simeoni, scuola Livorno: i campani sbagliano in apertura un calcio di rigore con Fava, poi, nella ripresa, prima Simeoni e poi Rodriguez zittiscono la squadra di Breda ancora alla ricerca della propria identità. Nel finale espulso anche Peccarisi. Risale la classifica il Monza: al “Brianteo”, in quello che già oggi può dirsi uno spareggio salvezza, i biancorossi battono 2 a 0 il Bassano con i gol dei soliti due Ferrario e Samb. Troppi gli errori in fase difensiva da parte dei veneti, rimarcati anche in conferenza stampa da mister Jaconi di cui il Monza è stato bravissimo ad approfittare in virtù i una maggiore esperienza in categoria dei propri uomini. Per i giallorossi un ultimo posto in classifica in compagnia del Verona del tutto inaspettato.

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali3 giorni fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali2 settimane fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato4 settimane fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni1 mese fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Opinioni2 mesi fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi