Connect with us

Pubblicato

il

Lazio-Milan è sicuramente una delle partite clou della 4a giornata di campionato, assieme al posticipo di domani tra Juventus e Palermo. Molti i motivi di interesse racchiudono questa sfida dell’Olimpico. Da un lato la Lazio in cerca di conferme, dopo l’ottimo scorcio di stagione, dall’altra i rossoneri alla ricerca della quadratura di un assetto tattico ancora da decifrare. E di sorprese potrebbero essercene molte nello schieramento iniziale delle due formazioni.

Edy Reja potrebbe stupire tutti inserendo sin dal primo minuto Maurito Zarate al fianco di Floccari. Una linea avanzata veloce e potente, per tentare di mettere in difficoltà la retroguardia del Milan, apparsa spesso in difficoltà nelle prime uscite, e contestualmente spostare Hernanes nella posizione dove al momento ha reso di più, e cioè quella di trequartista, in azione dietro la linea offensiva. Ma anche sulla destra ci potrebbe essere una rivoluzione tattica, con l’inserimento di Cavanda al posto di Lichtsteiner, e con Foggia sulla linea di centrocampo.

Mister Allegri, come detto, sta cercando di far quadrare i conti di un organico definito delle meraviglie, ma con grandi problemi di equilibrio. Per questo motivo il tecnico livornese potrebbe tornare sui suoi passi, rispetto all’ultima uscita di campionato, facendo accomodare in panchina Filippo Inzaghi. In questo caso gli attaccanti veri per il Milan sarebbero rappresentati da Ibrahimovic e Ronaldinho, con Boateng spostato sulla fascia destra.

Vediamo quindi nel dettaglio, come Lazio e Milan potrebbero scendere in campo questa sera in una gara che potrebbe riaccostare la Lazio ai propri tifosi.

LAZIO: Muslera; Cavanda, Dias, Biava, Radu; Mauri, Ledesma, Foggia; Hernanes, Floccari, Zarate. A disp.: Berni, Stendardo, Lichtsteiner, Matuzalem, Brocchi, Bresciano, Kozak, Rocchi. All.: Edoardo Reja

MILAN: Abbiati; Zambrotta, Nesta, Thiago Silva, Antonini; Gattuso, Pirlo, Flamini, Boateng; Ibrahimovic, Ronaldinho. A disp.: Amelia, Bonera, Papastathopoulos, Gattuso, Seedorf, Robinho, Outamadi, Inzaghi. All. Massimiliano Allegri

Lu. Cian. – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali2 settimane fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali2 settimane fa

La Serie A verso il professionismo e il modello del Napoli Femminile

La lettera aperta indirizzata il 2 settembre scorso alla ct della Nazionale, Milena Bertolini, dal presidente del Napoli Femminile Raffaele...

Editoriali4 settimane fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali2 mesi fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato2 mesi fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni2 mesi fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali3 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato diffuso a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi