Connect with us

Pubblicato

il

Nella Juventus c’è un giocatore sugli scudi, che sta facendo innamorare di sé i tifosi bianconeri. Stiamo parlando di Milos Krasic (nella foto), specialista in assist. Ne ha messi a segno già tre (uno contro la Sampdoria e due con l’Udinese) per la gioia di mister Delneri, che sta facendo del giocatore serbo un elemento cardine del suo 4-4-2.

Le sue scavallate sulla fascia, capelli biondi al vento stile Nedved, sono state spettacolari soprattutto al Friuli: prima una palla sul secondo palo per il tacco di Quagliarella e poi un’altra sul secondo palo per l’accorrente Marchisio. Due reti che portano anche la sua firma.

Da lunedì Krasic è diventato papà. Una corsa verso casa per festeggiare la moglie e conoscere la neonata Mil, poi il rientro ma Torino nel giro di poche ore. Un paio di allenamenti a Vinovo e stasera in campo, dove la sua presenza contro il Palermo è considerata fondamentale.

Alla Juventus occorre una vittoria casalinga con i rosanero per ridare fiato alle speranze dei suoi tifosi e lanciare la squadra verso programmi un po’ più ambiziosi di quelli che si andavano delineando dopo un inizio di campionato men che mediocre.

Krasic è diventato decisivo nella scacchiere tattico di Delneri. Lo conferma il dg Marotta: “E’ il giocatore ideale per Delneri e per tutta la Juve. Pur di venire da noi ha accettato di guadagnare meno e non ha fatto storie di alcun tipo. E’ un grande colpo di oggi e lo sarà anche per gli anni a venire”.

Il sosia di Nedved ha tanta voglia di fare e la Juventus di lasciargli fare tutto quello che serve per rilanciare le azioni di un club alla ricerca di identità e di una tifoseria ultimamente un po’ depressa.

Lu. Cian – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali2 settimane fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali2 settimane fa

La Serie A verso il professionismo e il modello del Napoli Femminile

La lettera aperta indirizzata il 2 settembre scorso alla ct della Nazionale, Milena Bertolini, dal presidente del Napoli Femminile Raffaele...

Editoriali4 settimane fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali2 mesi fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato2 mesi fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni2 mesi fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali3 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato diffuso a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi