Connect with us

Pubblicato

il

La Fiorentina non naviga in acque tranquille. L’inizio del campionato è stato a dir poco mediocre. La squadra veleggia stancamente in fondo alla classifica della Serie A TIM con appena due punti. Il pareggio ottenuto al Ferraris con il Genoa, grazie alla rete di Gilardino e alle prodezze di saracinesca-Frey, equivale per ora al classico brodino.

Sinisa Mihajlovic (nella foto) spera di ritrovare l’appoggio del pubblico nella partita di domani con il Parma in programma al Franchi, teatro di una dura contestazione contro tutto e tutti (eccetto lui) in occasione dalla sbiadita prova offerta con la Lazio. Una gara, quella con i gialloblù di Marino, che si prospetta molto delicata per il futuro della squadra viola.

I tifosi quest’anno sembrano in preda al disincanto. Sabato scorso, nella gara malamente persa con la squadra di Reja, il cassiere ha staccato appena cinquemila biglietti. Gli abbonati sono in calo vertiginoso: poco più di 15mila quelli sottoscritti finora. Mai il club viola era sceso così in basso, neppure all’epoca della C2 quando si chiamava Florentia Viola e aveva inizio l’era Della Valle.

A proposito di società va segnalato il fatto che, ormai da un anno, la carica di presidente è vacante. Dopo le dimissioni del presidente onorario Diego Della Valle, anche il fratello Andrea ha formalizzato il 24 settembre 2009 le sue dimissioni numero uno del club gigliato. Da allora la carica di vertice della Fiorentina è affidata al vicepresidente facente funzioni Mario Cognigni.

Andrea Della Valle, che è comunque sempre presente al seguito della squadra, ha più volte dichiarato che prima dell’inizio del campionato sarebbe stato nominato un nuovo presidente. Finora nulla di tutto ciò ha trovato però conferma.

Con queste premesse opache la Fiorentina si appresta ad affrontare il delicato impegno interno con il Parma, che la sopravanza di tre lunghezze in classifica. La buona notizia è che Cesare Prandelli dovrebbe assistere alla partita in tribuna d’onore, invitato dal presidente del club gialloblù (suo grande amico ed estimatore). Speriamo che la presenza dell’ex tecnico porti buono alla squadra e ai tifosi.

Lu. Cian. – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali2 settimane fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali2 settimane fa

La Serie A verso il professionismo e il modello del Napoli Femminile

La lettera aperta indirizzata il 2 settembre scorso alla ct della Nazionale, Milena Bertolini, dal presidente del Napoli Femminile Raffaele...

Editoriali4 settimane fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali2 mesi fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato2 mesi fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni2 mesi fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali3 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato diffuso a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi