Connect with us

Pubblicato

il

Le settimane passano, ma le proteste contro la Tessera del tifoso non accennano affatto a diminuire. Sempre in prima linea i tifosi della Sampdoria (Ultras Tito Cucchiaroni, Fedelissimi e Fieri Fossato) che, domenica 26 settembre alle 12.30, scenderanno in strada contro la card imposta dal ministro dell’Interno Roberto Maroni.

“In corteo per la nostra libertà”, questo lo slogan lanciato dai tifosi blucerchiati che rivendicano “il diritto di essere uomini liberi”. Da Borgo Incrociati il corteo raggiungerà lo stadio Ferraris dove alle 15.00, per la quinta giornata del campionato di Serie A TIM, si gioca Sampdoria-Udinese.

I tifosi doriani (nella foto) spiegano le loro ragioni in un comunicato: “Non possiamo, non vogliamo arrenderci che Governo, Istituzioni e Società stiano allungando le mani sul nostro calcio. Nostro, perchè appartiene alla gente. Nostro perché con la nostra passione lo abbiamo reso quello stupendo spettacolo che è stato per tanti anni, perché per noi il calcio è emozione, mentre per loro solo guadagno. Abbiamo visto tifosi esclusi dallo stadio perché provenienti da regioni diverse, settori ospiti vuoti o senza quei colori, quei valori e quelle passioni che oggi nel calcio stanno sparendo. Scendiamo in strada perché non siamo in grado di chiudere gli occhi e subire passivamente. Il nostro urlo di libertà non può essere incatenato”.

So. Gian. – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali2 settimane fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali2 settimane fa

La Serie A verso il professionismo e il modello del Napoli Femminile

La lettera aperta indirizzata il 2 settembre scorso alla ct della Nazionale, Milena Bertolini, dal presidente del Napoli Femminile Raffaele...

Editoriali4 settimane fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali2 mesi fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato2 mesi fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni2 mesi fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali3 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato diffuso a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi