Connect with us

Pubblicato

il

Allo stadio Barbera (nella foto) si gioca Palermo-Lecce, partita valida per la 5a giornata del campionato di Serie A TIM. Calcio d’inizio fissato per le ore 15,00.

Il Palermo è reduce dalla netta vittoria all’Olimpico con la Juventus, un successo che ha spazzato via gli ultimi dubbi sul valore della squadra. Rimarchevole la prova di Pastore: “il flaco” argentino ha stupito per la sua padronanza del gioco e lascia intravedere per sé un grande futuro. I rosanero del vulcanico presidente Zamperini affrontano questa partita con la determinazione di risalire rapidamente una classifica che, con quattro punti, non corrisponde al suo organico.

Il Lecce ha iniziato il torneo molto meglio di quanto l’intrinseca debolezza della sua rosa potesse far supporre. La vittoria interna con la Fiorentina ha mandato in crisi il club viola di Sinisa Mihajlovic. Anche domenica scorsa con il Parma la squadra di De Canio ha offerto una buona prova, raggiunto solo alla metà della ripresa da Crespo dopo essere passata in vantaggio con Jeda su rigore. La classifica è buona- I salentini hanno, in fondo, gli stessi punti dell’avversario odierno. Una partita difficile per i giallorossi, che proveranno a uscire comunque indenni dal Barbera.

Delio Rossi, dopo la secca vittoria ottenuta contro la Juventus utilizzando il doppio trequartista, potrebbe confermare il 4-3-2-1. Tuttavia il tecnico rosanero non è ancora convinto e non è da escludere il ritorno al 4-3-1-2. Data come buona la prima ipotesi, sarà confermata la linea di difesa a quattro che si è ben comportata a a Torino (affidata a Cassani, Munoz, Bovo e Balzaretti). A centrocampo, considerata la non ottimale condizione fisica di Bacinovic (tuttavia convocato), è possibile il rientro dal primo minuto di Liverani. Per nulla sicuro il turno di riposo di cui si vocifera per il prode Migliaccio (eventuale sostituto lo svizzero Kasami). La coppia di trequartisti formata da Pastore e Ilicic agirà da supporto per l’unica punta Hernandez (con Pinilla pronto a subentrare). Ancora panchina per Maccarone.

De Canio arriva al Barbera con una squadra molto rimaneggiata. Il tecnico salentino deve fare i conti con cinque assenze. Non sono stati infatti convocati Chevanton, Di Michele, Vives, Reginiussen e Giuliatto (tutti in cattive condizioni fisiche). In difesa, viste le tante defezioni della vigilia, potrebbe essere schierato sulla fascia destra il giovane Donati (classe 1992), anche se resta aperto il ballottaggio con Rispoli. A sinistra agirà invece Mesbah. A centrocampo previsto l’inserimento di Munari. De Canio potrebbe optare per un più abbottonato 4-1-4-1 e in questo caso sarebbe Jeda l’unica punta In caso di 4-3-2-1) lo affiancherebbe Piatti con Giacomazzi trequartista..

Probabili formazioni:

PALERMO (4-3-2-1): Sirigu; Cassani, Munoz, Bovo, Balzaretti; Migliaccio, Liverani, Nocerino; Pastore, Ilicic; Hernandez. A disp.: Benussi, Glik, Darmian, Bacinovic, Kasami, Maccarone, Pinilla. All.: Delio Rossi

LECCE (4-3-1-2): Rosati; Donati, Gustavo, Ferrario, Mesbah; Coppola, Munari, Grossmuller; Giacomazzi; Piatti, Jeda. A disp.: Benassi, Fabiano, Rispoli, Brivio, Bertolacci, Olivera, Corvia. All.: De Canio 

Sa. Mig. – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali2 settimane fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali2 settimane fa

La Serie A verso il professionismo e il modello del Napoli Femminile

La lettera aperta indirizzata il 2 settembre scorso alla ct della Nazionale, Milena Bertolini, dal presidente del Napoli Femminile Raffaele...

Editoriali4 settimane fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali2 mesi fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato2 mesi fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni2 mesi fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali3 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato diffuso a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi