Connect with us

Pubblicato

il

Partita equilibrata quella andata in scena allo stadio dei Pini di Viareggio. Bianconeri e giallorossi si sono affrontati a viso aperto, senza alcun tipo di timore reverenziale. Una gara giocata su ritmi alti, con le due squadre ad alternarsi nel proporre il proprio gioco. Alla fine l’ha spuntata il Benevento, bravo e cinico nelle due occasioni su palla inattiva. Gli ospiti sono apparsi squadra quadrata e ricca di giocatori di esperienza, al cospetto di quella toscana molto più giovane e meno smaliziata dei campani. Forse, sarebbe stato più giusto un risultato di parità, ma è doveroso sottolineare come il Benevento non abbia rubato nulla. Alla fine della partita applausi per tutti, vincitori e vinti.

Primo Tempo: Dopo la pioggia della mattinata, su Viareggio splende un sole primaverile, anche se il rischio pioggia non è scongiurato del tutto. Davanti a circa un migliaio di spettatori, parte la gara con le due squadre che si affrontano a campo aperto, con squadre abbastanza lunghe. Spigliata la squadra ospite, con gli avanti sempre pericolosi, con D’Anna ed Evacuo, vere spine nel fianco della retroguardia toscana. Il Viareggio cerca di rigiocare di rimessa, ma le iniziative bianconere vengono ben controllate dal centrocampo giallorosso. Al 27’ il Benevento passa in vantaggio, grazie ad un autorete di Massoni, che devia nella propria rete un angolo battuto da Pintori. Il Viareggio cerca di reagire al gol degli ospiti, ma la manovra degli uomini di Scienza appare poco organizzata. Ma è il Benevento ad essere più pericoloso, con un Pintori sempre pericoloso dalle parti di Pinsoglio. La prima frazione di gara finisce con il Benevento in vantaggio.

Secondo Tempo: La ripresa presenta gli stessi effettivi della prima fazione di gara. Passano appena quattro minuti e il Viareggio arriva al pareggio. Marolda, conquista palla all’interno dell’area di rigore avversaria, da dove fa partire un sinistro che incoccia sul palo e si insacca alle spalle dell’incolpevole Aldegani. La gara si vivacizza, con il Viareggio che sembra essere entrato in campo con altro piglio. La gara si sblocca al 31’, quando Clemente, evanescente sino a quel punto, metteva in rete un perfetto angolo battuto da D’Anna. Il Viareggio non ci sta e comincia a premere sull’acceleratore. Al 40’ la migliore occasione per i padroni di casa, con Fiale che di testa impegna severamente Aldegani.

VIAREGGIO: Pinsoglio; Carnesali, Bertolucci, Kras, Massoni, Fiale,Cristiani (31’st Calamai), Castiglia (31’stCosentini), Longobardi, Marolda (25’st D’Onofrio), Taormina. A disp.: Merlano, Malacarne, Silvestri, D’Antoni. All.: Scienza

BENEVENTO: Aldegani, Formigoni, Zito, Bianco, Siniscalchi, Landaida, Grauso (43’st Germinale), Evacuo (27’st Joelson), Clemente (41’st Vacca), D’Anna. A disp.: Baican, Signorini, Zullo, La Camera, Germinale. All.: Cuttone

Arbitro: Aversano della Sez. di Treviso (Cerantola-Colella)
Marcatori: 27’ pt Massoni (aut) (B), 4’st Marolda (V), 31’st Clemente (B)
Ammoniti: Taormina (V), Formigoni (B), Castiglia (V), Siniscalchi (B)
Note: Spettatori 1000 circa, con una ventina di sostenitori ospiti.

Stefano Cordeschi – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali2 settimane fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali2 settimane fa

La Serie A verso il professionismo e il modello del Napoli Femminile

La lettera aperta indirizzata il 2 settembre scorso alla ct della Nazionale, Milena Bertolini, dal presidente del Napoli Femminile Raffaele...

Editoriali4 settimane fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali2 mesi fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato2 mesi fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni2 mesi fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali3 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato diffuso a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi