Connect with us

Pubblicato

il

E’ quasi tutto pronto per la sfida tra Taranto e Cavese, posticipo della sesta giornata della Prima Divisione girone B. Sotto i riflettori dello stadio Iacovone, che ospita in notturna e sotto le telecamere di Rai Sport la stessa partita della scorsa stagione. Si affronteranno due compagini decise a conquistare punti per obiettivi opposti.

Sulla carta il pronostico sorride ai padroni di casa che, storicamente, hanno spesso sofferto la compagine campana. I rossoblù puntano al secondo successo interno consecutivo cercando di rimanere aggrappati alle zone alte della classifica. Finora in campionato, tra le mura amiche, l’undici di mister Brucato è imbattuto: 3 partite e 3 successi contro Ternana, Gela e Andria. 6 gol realizzati (assieme alla Lucchese miglior attacco interno) e 3 subiti.

I posticipi casalinghi  portano bene ai rossoblù: in otto precedenti il Taranto non ha mai perso. E poi c’è il cosiddetto dodicesimo uomo pronto a spingere Migliaccio e compagni al bottino pieno. La prevendita, infatti, prosegue molto bene e per lunedì sera si prevedono circa 6.000 tifosi. Ovvero, un quasi tutto esaurito considerando che lo stadio del rione Salinella può attualmente ospitare 7.490 spettatori perché non è stato completamente adeguato secondo gli ultimi decreti in materia di sicurezza.

Il morale all’interno dello spogliatoio è alto. La vittoria nel derby contro l’Andria è servita per caricare psicologicamente il gruppo e garantire più certezze sul piano tattico. Giuseppe Brucato, allenatore ionico, nelle scorse ore ha praticamente svelato in conferenza stampa la formazione da opporre ai campani. E non dovrebbe essere un bluff.

Si riparte dallo stesso modulo vincente adottato nel secondo tempo di domenica scorsa. Ovvero un 4-2-3-1 con Bremec in porta; Antonazzo, Migliaccio, Cotroneo, Rizzi in difesa; Pensalfini (sostituirà l’infortunato Di Deo), Giorgino davanti alla difesa; Garufo, Rantier, Ciotola a sostegno dell’unica punta Innocenti.  Dovrebbe accomodarsi nuovamente in panchina Ferraro: tanto impegno per la punta ex Salernitana, ancora alle prese con un’anemia da gol.

Dall’altra parte ci sarà una Cavese pronta a vendere cara la pelle. Nelle ultime cinque giornate, la formazione metelliana, ha raccolto solo 3 punti grazie a 3 pareggi (2 interni e 1 esterno). Posizionati al terzultimo posto in classifica, i blufoncè non hanno ancora conquistato  il primo successo nell’attuale torneo di Prima Divisione. Senza dubbio i grossi problemi economici rappresentano un grosso peso all’interno dello spogliatoio. Inoltre, la formazione allenata da Marco Rossi ha iniziato la stagione sportiva senza una chiara programmazione tecnica. Molti giocatori hanno firmato il contratto con la società di via Balzico a pochi giorni dal primo incontro di campionato contro il Foggia. L’obiettivo stagionale è conquistare, prima possibile, una tranquilla salvezza. Guai se il Taranto sottovalutasse l’avversario, perché nonostante il momento difficile, la Cavese può contare su elementi di spessore per la terza serie come Troise in difesa;  Bacchiocchi, Alfano in mezzo al campo; Schetter, Ciano in attacco. 

Francesco Vozza – febbrea90 per www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali2 settimane fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali2 settimane fa

La Serie A verso il professionismo e il modello del Napoli Femminile

La lettera aperta indirizzata il 2 settembre scorso alla ct della Nazionale, Milena Bertolini, dal presidente del Napoli Femminile Raffaele...

Editoriali4 settimane fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali2 mesi fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato2 mesi fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni2 mesi fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali3 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato diffuso a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi