Connect with us

Pubblicato

il

Stasera, martedì 28 settembre, si gioca la seconda giornata della fase a giorni della Champions League. Sono previste otto partite, mentre le altre otto si giocheranno domani mercoledì 29 settembre. In campo oggi Milan e Roma. L’Inter sarà invece impegnata domani sera.

AJAX-MILAN (ore 20.45) – Ajax e Milan si sono incontrati quattro volte ad Amsterdam. Il bilancio parla di due vittorie olandesi (6-0 nella supercoppa europea 1973 e 2-0 nella Champions League 1994/95), un pareggio (0-0 nella Champions 2002/03) e una vittoria rossonera (1-0 il 26 novembre 2003, unico gol rossonero in casa-Ajax, firmato al 51′ da Shevchenko). L’Ajax ha giocato diciannove volte con club italiani nelle coppe europee (6 vittorie, 7 pareggi e 5 sconfitte). L’ultima vittoria dell’Ajax contro una squadra italiana risale al 10 dicembre 2002: 2-1 contro la Roma, in Champions League. La formazione rossonera guidata da Allegri non vince una trasferta ufficiale dal 3 aprile scorso (serie A, 4-3 a Cagliari): da allora lontano dal Meazza 1 pareggio e 4 sconfitte. Nelle ultime otto trasferte ufficiali Il Milan ha sempre subito almeno un gol in ciascuna (16 reti al passivo, in media due a gara). L’ultima partita in trasferta terminata senza subire reti risale al 6 marzo scorso (0-0 all’Olimpico con la Roma).
In conferenza stampa il tecnico dell’ Ajax Martin Jol si dichiara preoccupato per l’attacco stellare dell’avversario: Il Milan può contare su giocatori  come Ronaldinho, Ibrahimovic, Seedorf e Robinho. Sarà necessario inventarsi qualcosa in difesa. In attacco invece dovremo giocare come sappiamo, portando sempre avanti almeno cinque giocatori“.
L’allenatore del Milan Massimiliano Allegri è consapevole della difficoltà dell’impegno, ma anche delle possibilità della sua squadra: La partita è importante ma anche difficile: una vittoria potrebbe voler dire ipotecare il passaggio del turno per noi. Mi piace molto il sistema di gioco dell’Ajax e hanno molti giocatori di qualità. La formazione? Deciderò dopo l’allenamento se giocherà Ronaldinho. Fino ad oggi ha giocato molto, se non dovesse giocare potrei anche cambiare qualcosa nel modulo, ma la squadra non è Ronaldinho dipendente“.
Arbitra
l’incontro il tedesco Felix Brych, che dirige per la prima volta l’Ajax in gare ufficiali mentre è una vecchia conoscenza del Milan (seconda volta i rossoneri in gare ufficiali).

ROMA-CLUJ (ore 20.45) – Un solo precedente tra le due squadre a Roma (16 settembre 2008: 2-1 per i romeni). Quella è’ anche la sola partita giocata dal Cluj in Italia. L’ultimo gol segnato in trasferte europee dal Cluj risale al 20 agosto 2009 quando, in Europa League, impattò 1-1 in casa del Sarajevo (da allora 343′ di sterilità in trasferta).La Roma non subisce gol in gare interne di Champions League dal 4 novembre 2008, quando si impose in casa per 3-1 contro il Chelsea (gol di Terry al 75′). Nelle ultime sedici partite interne giocate per le Coppe europee i giallorossi hanno sempre segnato all’Olimpico (34 gol in totale) con l’eccezione del 1 aprile 2008 (Champions League, 0-2 con il Manchester United).
Il tecnico Roma Claudio Ranieri riparte dal successo di domenica con l’Inter all’Olimpico, ma è consapevole dei rischi che presenta questa gara: “La vittoria contro l’Inter, il modo con cui l’abbiamo conseguita, dà ai giocatori più convinzione e determinazione. E’ la medicina giusta per riprendere la speranza che i ragazzi stavano perdendo. Partita decisiva con il Cluj? Decisiva no, ma molto importante e delicata. Dobbiamo batterli per andare a quota 3 punti e poi continuare su questa strada. Rispetto tutti ma dobbiamo vincere. Qui vinsero 2-1 con due gol di Julio: siamo stati scottati una volta, dobbiamo essere pronti e reattivi per evitare che si ripeta. Se il Cluj ci sorprendesse ancora una volta, saremmo un pochino tonti“.
L’allenatore del Cluj Sorin Cârţu sa di non avere nulla da perdere, ma ammette che la squadra non è in gran forma: Il Cluj ha già vinto qui due anni fa e sarebbe stupido non pensare di poterci ripetere. Non faremo regali alla Roma. Ho visto la vittoria contro l’Inter e sono rimasto ben impressionato da Menez, Vučinić, Perrotta e Pizarro, giocatori che possono sempre decidere una partita. Non posso dire se gli italiani De Zerbi, Piccolo e Sforzini giocheranno. Devo ancora decidere la formazione. Devo essere onesto, non siamo in un grande periodo di forma, però non abbiamo paura“.
Dirige
lo svedese Jonas Eriksson, alla sua prima esperienza in gare ufficiali sia con la Roma che con il Cluj. L’arbitro svedese ha diretto una sola partita ufficiale di squadre italiane (Milan-Werder Brema 2-2, Coppa Uefa 2008/09) e rumene (Steaua Bucarest-Grasshoppers 1-0, play off Europa League 2010/11).

So. Gian. – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film