Connect with us

Pubblicato

il

Il Taranto supera di misura la Cavese grazie a una pesantissima rete di Ciotola, la prima in campionato, e balza solitario al secondo posto della classifica. Quarto successo casalingo su altrettanti incontri per i rossoblu, campani che restano fermi a quota tre punti.

Entrambi i tecnici rispettano gli schieramenti annunciati alla vigilia. Tra i padroni di casa il trio Garufo-Rantier- Ciotola a dar manforte ad Innocenti più avanzato. Modulo a tre punte tra gli ospiti, dove Zampa, riparte dalla panchina. Davanti a una buona cornice di pubblico casalingo, e alla telecamere della Rai, il match non tarda a entrare nel vivo. Al 3’ Innocenti viene invitato da Garufo a colpire di testa, con mira mancata di poco. La risposta non si fa attendere, e Ciani tra il 5’ e l’8’ impegna prima Bremec ad una deviazione in angolo con i piedi su botta sicura, poi è Garufo a togliere le castagne dal fuoco, dal limite dell’area di porta. La posta in palio è alta e la gara si infiamma. A farne le spese è Rizzi, il primo a finire sul taccuino dei cattivi. L’agonismo non manca, con una Cavese ben messa in campo che cerca di chiudere tutti gli spazi della manovra tarantina. Sono sempre i padroni di casa, a costruire le azioni più pericolose: al 19’ Innocenti vede deviarsi in corner il suo tentativo dal limite, sette minuti dopo Pane si esalta salvando su un preciso piatto di Garufo indirizzato sul primo palo. Nei campani si fa male Troise, sostituito da D’Orsi. I ritmi calano, ma nel primo dei due minuti di recupero, Garufo sugli sviluppi di una punizione di prima, poco fuori area ma da posizione decentrata, costringe Pane ad una difficile uscita.

Il Taranto parte bene nella ripresa, e con lo scatenato Garufo, confeziona la prima azione importante, ma ancora Pane devia con i piedi. Attorno al quarto d’ora i rossoblu passano: Antonazzo sale e mette in mezzo, Garufo smista al lato in precario equilibrio e Ciotola insacca di sinistro con Pane in vana uscita. Pubblico rossoblu in visibilio, per una rete che si preannuncerà pesantissima. Qualche istante dopo, è Rantier a far correre i brividi sulla schiena degli ospiti. Poi la girandola delle sostituzioni. Di Napoli da una parte, Russo e Branzani dall’altra. Il tempo scorre e la Cavese tenta il tutto per tutto. Turienzo al 37’ è fermato in angolo, ma è Russo, nell’ultimo dei cinque minuti di recupero, a sciupare l’impossibile. Poco male. La partita finisce qui, col meritato e pesante successo dei rossoblu.

Taranto (4-2-3-1): Bremec; Antonazzo, Migliaccio, Cotroneo, Rizzi; Pensalfini, Giorgino; Garufo (41’st Branzani), Rantier(37’st Russo), Ciotola (31’st Crovetto), Innocenti. A disp.: Barasso, Panarelli,  Ferraro,   Sabatino. All. Brucato

Cavese (4-3-3): Pane; M. Ciano, Cipriani, Troise (34’ D’Orsi), Bacchiocchi; Alfano, Di Napoli (33’st Santaniello), Siano (13’st Zampa); Schetten, Ciano C., Turienzo. A dip. Botticella, Carbonara,  Citro,  Cifonetti. All.Rossi

Arbitro: Barbiero di Vicenza (Volpe, Ostuni)

Rete: 15’st Ciotola

Ammoniti: Di Napoli, Rizzi, Schetten, Ciano, Migliaccio, Cipriani.

Calci d’angolo: 2-4 

Recupero: 2’ + 5’

Paride Sgobba www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali2 settimane fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali2 settimane fa

La Serie A verso il professionismo e il modello del Napoli Femminile

La lettera aperta indirizzata il 2 settembre scorso alla ct della Nazionale, Milena Bertolini, dal presidente del Napoli Femminile Raffaele...

Editoriali4 settimane fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali2 mesi fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato2 mesi fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni2 mesi fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali3 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato diffuso a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi