Connect with us

Pubblicato

il

Non è il titolo del nuovo cine-panettone in programma nelle sale italiane. E’ solo la conseguenza della follia di chi stila i calendari della Serie A TIM, proni al volere delle pay tv che impongono il calcio spezzatino spalmato su tutte le ore di tutti i giorni.

Un modo di fare che sta provocando effetti paradossali. Le esigenze dei tifosi da stadio, che rappresentano la vera architrave del sistema, non vengono ormai più tenute in alcun conto. Esplicito, sotto questo aspetto, il caso della Fiorentina (leggete QUI i particolari).

L’impossibilità di giocare la gara interna di campionato prevista il 19 dicembre contro l’Inter, causa gli impegni nel Mondiale per club della compagine nerazzurra, comporta per la squadra viola la disputa del suo ultimo turno di campionato del 2010 il 12 dicembre contro l’Udinese, allo stadio Friuli. La Fiorentina tornerà a giocare solo il 9 gennaio 2011 (contro il Brescia al Franchi).

L’amministratore delegato della Fiorentina, Sandro Mencucci, si è dichiarato seriamente preoccupato del lungo stop al termine di Fiorentina-Parma “Stiamo valutando l’ipotesi di fare una tourneè natalizia o un ritiro invernale durante il lungo periodo di sosta che avremo a cavallo fra la fine del 2010 e l’inizio del 2011”.

Un periodo lungo 28 giorni senza impegni ufficiali è una vera iattura per il club gigliato. Ecco così che, dietro suggerimento di Sinisa Mihajlovic (nella foto), si sta pensando a una tourneè nei paesi arabi (per ragioni climatiche) o ad una serie di incontri da disputarsi in Inghilterra (dove nella prossima stagione il tecnico serbo vorrebbe portare in ritiro i giocatori viola).

Resta in piedi anche l’ipotesi di un ritiro – sempre all’estero e in un paese caldo – come accadde ai tempi di Cesare Prandelli, (per due anni, in occasione della breve sosta natalizia, fece svolgere alla Fiorentina un richiamo di preparazione a Marbella). 

Così va il calcio moderno, ai tempi delle pay tv e dei tifosi da salotto.

Lu. Cian. – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali2 settimane fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali2 settimane fa

La Serie A verso il professionismo e il modello del Napoli Femminile

La lettera aperta indirizzata il 2 settembre scorso alla ct della Nazionale, Milena Bertolini, dal presidente del Napoli Femminile Raffaele...

Editoriali4 settimane fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali2 mesi fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato2 mesi fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni2 mesi fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali3 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato diffuso a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi