Connect with us

Pubblicato

il

Si è svolto stamattina, presso il Centro Tecnico di Coverciano, l’ultimo allenamento della Nazionale prima della partenza per Belfast.

Domani sera si gioca Irlanda del Nord-Italia. E’ un incontro cruciale per i destini del calcio azzurro, impegnato nella qualificazione a Uefa Euro 2012 dopo la batosta nel Mondiale sudafricano. Un tonfo che ha rischiato di mandare in crisi l’intero settore.

Complice la giornata favorevole, una mattinata di ottobre che non poteva essere più rilassante, tutto si è svolto in un clima di grande serenità. In campo un gruppo di giocatori motivato, che ha lavorato in allegria sotto lo sguardo attento di uno staff tecnico sincronico come un orologio svizzero. A vigilare sul buon andamento delle cose il solito Gigi Riva, discreto quanto determinante per la ricerca degli equilibri necessari per provare a risollevare le sorti internazionali del nostro calcio.

La conferenza stampa del ct Cesare Prandelli (nella foto) è stata in linea. La formazione è stata spiattellata senza mezzi termini, prima ancora che partisse la raffica di domande dei giornalisti. Non c’è stato spazio per polemiche di sorta. Il commissario tecnico ha risposto, con la precisione e la pacatezza che da sempre lo contraddistinguono, alle questioni che gli venivano sottoposte. Nessun momento difficile, come spesso capitava in passato. C’è stato anche il tempo di svariare sul tema dell’outing, sollecitato da un intervento di Donatella Scarnati.

Meglio di così la vigilia non poteva andare. La forza di Prandelli, quella di cui ha sempre dato prova nei cinque anni vissuti sulla panchina della Fiorentina, è la disarmante serenità che sa trasmettere a quanti lo circondano.

Un buon viatico per volare verso i cieli d’Irlanda. Questo gruppo, se continuerà a essere guidato con mano tanto lieve quanto ferma, potrebbe in futuro darci le stesse soddisfazioni che quello viola ha saputo regalare ai tifosi viola.   

Sergio Mutolowww.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali4 settimane fa

Serie A Femminile, occorre ossigeno: in campo la ‘meglio gioventù’

✅ Il passaggio al professionismo della Serie A Femminile rende ineludibile il potenziamento dei settori giovanili 👉🏾 “Serie A Femminile  e...

Opinioni1 mese fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali1 mese fa

La Serie A Femminile scende a 10 club dal 2022-23: è una riforma affrettata?

👉🏽 La Divisione Calcio Femminile presieduta da Ludovica Mantovani, con il passaggio al professionismo, ha deciso che la serie A...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile e professionismo, serve subito un progetto: se non ora, quando?

Il passaggio al professionismo della Serie A Femminile comporta l’entrata in un sistema calcio ormai alla canna del gas. Per...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile e professionismo: sarà il migliore di tutti i tempi?

L’incipit di 👉🏾 “A tale of two cities” offre un’idea suggestiva della dicotomia all’interno della quale continua a muoversi il...

Editoriali2 mesi fa

Il calcio va in tilt: la Serie A Femminile e nuovi modelli di professionismo

La Serie A Femminile, con il passaggio al professionismo, si appresta a entrare in un sistema ormai alla canna del...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi