Connect with us

Pubblicato

il

Una partita che si poteva vincere, si è soltanto pareggiata e si è rischiato nel finale di perdere. Questi i dati salienti di Irlanda del Nord-Italia, giocata a Belfast nella bomboniera del Windsor Park per le qualificazioni a Uefa Euro 2012 e conclusa con uno 0-0 piuttosto deludente.

La pochezza tecnica messa in mostra dagli irlandesi nel corso di tutto l’incontro avrebbe giustificato (forse) un altro tipo di conclusione, per gli Azzurri del ct Cesare Prandellli. Emblematico, sotto questo aspetto, l’entusiasmo con cui mister Worthington e i suoi uomini in maglia verde hanno festeggiato al novantesimo un pareggio giunto quasi inaspettato.

L’Italia ha fatto alcuni passi avanti (buono l’inserimento di Mauri), ma non ha saputo chiudere una partita che ha sempre tenuto saldamente in mano. Per vincere sarebbe bastato un briciolo di cattiveria in più, soprattutto sotto porta. E’ successo invece che la coppia Borriello-Cassano, scelta nella circostanza dal commissario tecnico, non ha dato i risultati che ci si potevano aspettare alla luce della piega che aveva preso la gara.

Il romanista Borriello è il quarto centravanti schierato da Prandelli. Prima di lui il ct aveva provato con mediocri risultati Amauri, Pazzini (buttato anche stavolta nella mischia nel finale) e Gilardino. Cambiato l’ordine dei fattori il prodotto resta lo stesso: la Nazionale non ha ancora trovato l’ariete in grado di buttarla dentro. Borriello ha avuto la grande occasione di chiudere la partita, dopo essere stato messo a tu per tu con Taylor da un passaggio filtrante. Niente da fare, palla in bocca al portiere irlandese e una favolosa occasione buttata al vento. Per il resto il romanista non si è praticamente visto. Servito poco e male dai compagni, è stato facile preda del suo mastino in maglia verde (il non trascendentale McAuley).

Anche Cassano (nella foto) non ha certo brillato. Il barese ha avuto qualche lampo dei suoi, ma ha fatto sempre una gran fatica a saltare avversari mediocri e ampiamente alla portata della sua classe. Il fatto è che Fantantonio dovrebbe prendere questa Nazionale per mano e portarla alla vittoria, come si sarebbe atteso da lui anche ieri sera. Cassano, però, non riesce per ora a trasformarsi nel leader che Prandelli pensava di aver trovato. La sua intesa con Borriello è stata così precaria da imporre al ct di porre riparo al problema già dalla partita di martedì con la Serbia.

La notizia più bella della serata, non rischiarata dal risultato che avrebbe potuto (dovuto) essere all’altezza del netto divario tecnico emerso in campo tra le due contendenti, è proprio la sconfitta casalinga dei serbi. L’Estonia vince in trasferta per 3-1 e fa a Prandelli il migliore dei regali. Gli offre su un piatto d’argento la leadership del girone C (pur al termine di una partita per certi versi opaca) e gli consegna per la sfida in programma al Ferraris di Genova una Serbia rintontita. 

Sergio Mutolo – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Opinioni2 settimane fa

Coppa Italia Femminile: per conoscere meglio i 16 club di una serie B ad alto potenziale

Domenica 11 settembre prende il via la prima giornata della Fase a Gironi di Coppa Italia Femminile ➡️ il programma....

Opinioni3 settimane fa

Serie B Femminile: è possibile l’impresa di far concorrenza alla Serie A?

Da subito Calciopress ha ritenuto opinabile e affrettata la scelta di entrare nell’era professionistica del calcio femminile con una Superlega...

Editoriali4 settimane fa

La Nazionale, la Serie A e il professionismo: la lunga estate calda del calcio femminile

Un’estate torrida come non mai. Un caldo infinito, iniziato già a maggio. Roba che, alla lunga, dà alla testa. Non...

Opinioni1 mese fa

Calcio femminile e ‘grande storia’ dei club: solo il tifo non è negoziabile

Il calcio è uno sport bellissimo, a prescindere dal genere. La sua valenza sociale riposa nella trasversalità del tifo, che...

Nazionale2 mesi fa

Nazionale Femminile: il supporto Rai è stato un ‘flop’ per la crescita del movimento?

La Rai ha puntato molto sulla Nazionale Femminile. Secondo Andrea Fagioli, opinionista di ‘Avvenire, è stato un flop mediatico ➡️...

Editoriali2 mesi fa

Campionato Europeo: se il calcio femminile diventa qualcosa di travolgente

✅ Inghilterra-Svezia di ieri sera è stata gioia pura per gli occhi. La ciliegina sulla torta? Il magnifico gol di...

Nazionale2 mesi fa

Passata la delusione Nazionale, è ora di tuffarsi nel campionato di Serie A femminile

☑️ La delusione dell’Europeo va in archivio. Così speriamo tutti. L’eliminazione nella fase a gironi della Nazionale di Milena Bertolini,...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi