Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

La Salernitana non si ferma e cala il pokerissimo di vittorie allungando ulteriormente in vetta: a farne le spese stavolta è il Monza che all’Arechi deve alzare bandiera bianca di fronte ad una squadra noncurante del deferimento arrivato in settimana (che probabilmente porterà a qualche punto di penalità per i granata in classifica): Szatmari e Legittimo, con un gol per tempo, confezionano una vittoria fondamentale e porta a tre il numero dei punti di divario dalla seconda piazza, condivisa da Gubbio e Sorrento.

Una curiosità accomuna le squadre di Torrente e Simonelli: entrambe le vittorie di oggi, ottenute tra le mura amiche, sono arrivate in rimonta. Il Gubbio batte la Reggiana e porta a quattro il numero delle vittorie tra le mura amiche su cinque incontri disputati: in svantaggio con Saverino, gli eugubini trovano prima il pari e poi il gol vittoria dagli undici metri con un unico protagonista, l’argentino Gomez che sfrutta appieno la superiorità numerica (rosso per lo stesso Saverino); il Sorrento pesca i tre punti nelle medesime condizioni contro una Spal in crisi (un punto nelle ultime tre gare) che va però per prima in vantaggio con Cipriani. I costieri pareggiano prima con il capocannoniere Paulinho poi, a seguito del rosso sventolato a Battaglia, trovano il gol vittoria con Pignalosa a dieci minuti dalla fine.

Scala posizioni l’Hellas Verona che vince la sua seconda partita consecutiva: a farne le spese questa volta è un’Alessandria rimaneggiata (fuori Servili e Negrini per squalifica) ma che cade senza appello sotto i colpi di Halfreddsson e Le Noci. La Cremonese spreca l’inverosimile contro lo Spezia: avanti di due gol grazie alle marcature di Alberto Bianchi (quarto centro stagionale) e Sambugaro, negli ultimi due minuti della partita gli aquilotti, che in settimana hanno messo sotto contratto due svincolati di lusso come Saudati e Vannucchi, trovano due perle fondamentali prima con l’esterno mancino Pedrelli, poi con il solito Cesarini.

Non va meglio neanche per il Lumezzane che, al Comunale, per novanta minuti ha condotto la partita contro un Como generosissimo: avanti con Rossini i lariani sul finale della prima frazione, i rossoblù trovano prima il pareggio a quindici minuti dalla fine con Emerson, poi passano dieci minuti più tardi con il giovanissimo Faroni. Nel recupero ci pensa però Maah a ristabilire le distanze e il Como porta a casa un punto preziosissimo.

Colpo esterno del Pergocrema a Pagani contro una Paganese irriconoscibile: prima Rodriguez e poi Lolaico mettono in ginocchio la truppa di Palumbo che aveva sin qui eretto a fortino invalicabile il “Torre”: i gialloblù di Maurizi portano a quattro i risultati utili consecutivi e si portano in un tranquillo decimo posto a dodici punti insieme al Sudtirol, anch’esso vittorioso. Gli uomini di Sebastiani trovano tre punti d’oro nello scontro diretto contro il Bassano grazie a un gol di Alfredo Romano e lasciano i giallorossi di Jaconi al penultimo posto della classifica. Pari infine, senza troppi sussulti a Pavia, tra i padroni di casa e il Ravenna: avanti con Ciuffetelli i romagnoli si fanno raggiungere a metà ripresa da Tattini e i lombardi interrompono finalmente l’emorragia di punti che perdurava da oltre un mese. 

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film