Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

Lo Roma viaggia in acque sempre più procellose, nonostante il passaggio del club sotto il controllo di Unicredit Banca (che ha confermato alla presidenza Rosella Sensi). Il mediocre rendimento tecnico della squadra è in parte figlio della scabrosa situazione finanziaria in atto (nella foto, lo stadio Olimpico).

L’assemblea dei soci illustrerà agli azionisti il bilancio al 30 giugno 2010 un deficit che ammonta a oltre 20 milioni, anche se – a partire da quella data – la Roma ha maturato debiti con personale e fornitori per quasi 30 milioni. Cifre importanti e allarmanti, come informa il quotidiano Repubblica.

A Trigoria tira una brutta aria. Se non avverrà il tanto sperato saldo, con la fine di ottobre si arriverebbe a quattro mesi di stipendi arretrati. Il debito maturato dalla società nei confronti dei suoi tesserati ammonta ormai a circa 27 milioni di euro.

Il problema è serio e pone nell’immediato due rischi potenziali. Il primo è la penalizzazione, in conformità alle nuove norme federali che hanno reso più stringenti i controlli della Covisoc e fissato alla data perentoria del 15 novembre il versamento del dovuto a dipendenti e Erario. Il secondo è la potenziale istanza di pagamento da parte dei giocatori con conseguente messa in mora, dopo 20 giorni, in caso non adempimento.

Anche per queste ragioni i dirigenti sono già al lavoro per regolarizzare la situazione. Entro fine mese dovrebbero dunque essere corrisposti alla squadra almeno gli stipendi relativi al mese di luglio, per non incorrere nella penalizzazione in classifica. La caduta di immagine, per un club tuttora in vendita, sarebbe infatti pesantissima. 

Redazioneweb – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film