Connect with us

Pubblicato

il

All’Olimpico finisce 2-1 la partita Torino-Ascoli, valida per la dodicesima giornata del campionato di Serie Bwin. In una serata di pioggia, nella quale si svolge un passaggio decisivo per il tecnico Lerda e per la squadra granata, arrivano i tre punti che servivano per cacciare le streghe. Non è della partita Bianchi, che salta anche la panchina. Assente anche il presidente Urbano Cairo (nella foto), che resta a Milano per evitare contatti diretti con la tifoseria organizzata pronta a una dura contestazione verso il suo presidente.

Nemmeno il tempo di cominciare che, al 2’, gli ospiti passano in vantaggio con Moretti che raccoglie un rinvio difettoso di Ogbonna e batte il portiere Bassi (sostituto all’ultimo momento del titolare Rubinho). Il Torino si riorganizza e al 27’ riequilibra la partita. Su cross di Iunco il difensore bianconero Faisca anticipa l’uscita di Guarna e deposita la palla sui piedi di Sgrigna che segna il gol del pareggio granata. Il primo tempo si chiude con una caduta in area di Pellicori che reclama il rigore, ma l’arbitro Ciampi di Roma lo ammonisce per simulazione.

Molto tonico il Toro in avvio di ripresa. I granata si rendono protagonisti di alcune azioni assai pericolose in area bianconera: al 17’ Iunco e al 19’ Pellicori fanno gridare al gol. Il vantaggio granata è rimandato solo di poco. Al 21’ Iunco tocca una punizione di Sgrigna quel tanto che basta per mettere fuori gioco Guarna e la squadra di Lerda si porta sul 2-1. La reazione dei ragazzi di mister Gustinetti è inesistente e i bianconeri non riescono a rendersi mai pericolosi dalle parti di Bassi. Dopo 4′ di recupero l’arbitro fischia la fine decretando una vittoria che dà fiato a mister Lerda e al gruppo granata.

TORINO (4-2-3-1): Bassi; D’Ambrosio (90′ Rivalta),  Pratali, Ogbonna, Zavagno; De Vezze, De Feudis; Lazarevic, Iunco (70’ Obodo), Sgrigna (85′ Scaglia); Pellicori. A disp.: Morello, Garofalo, Gasbarroni, Stevanovic. All. Lerda

ASCOLI (4-4-1-1): Guarna; Gazzola, Faisca, Marino, Ciofani; Sommese (70’ Cristiano), Di Donato, Uliano, Giorgi; Moretti (53’ Bonvissuto); Djuric (73’ Romeo). A disp.: Coser, Micolucci, Masini, Esposito. All. Gustinetti

Arbitro: Ciampi di Roma

Marcatori: 2’ Moretti (A), 27’ Sgrigna (T), 66’ Iunco (T) 

Lu. Cian. – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Opinioni1 giorno fa

Serie A Femminile a rischio invasione straniere: rafforzare i settori giovanili

Passa anche attraverso il ruolo cruciale del settore giovanile di ogni singolo club la transizione verso il professionismo della Serie...

Editoriali2 settimane fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali3 settimane fa

Serie A Femminile: ci sono voluti 50 anni per il professionismo

“Siamo fatti anche noi della materia di cui sono fatti i sogni: nello spazio e nel tempo di un sogno...

Editoriali1 mese fa

La Serie A Femminile scende a 10 club dal 2022-23: è una riforma affrettata?

👉🏽 La Divisione Calcio Femminile presieduta da Ludovica Mantovani, con il passaggio al professionismo, ha deciso che la serie A...

Editoriali1 mese fa

La Serie A Femminile passerà a 10 club: Morace storce il naso

Carolina Morace ha scelto di prendere parte a “Campionesse“, la docuserie di Rakuten Tv disponibile dal 2 dicembre che racconta...

Editoriali2 mesi fa

La Serie A verso il professionismo e il modello del Napoli Femminile

La lettera aperta indirizzata il 2 settembre scorso alla ct della Nazionale, Milena Bertolini, dal presidente del Napoli Femminile Raffaele...

Editoriali3 mesi fa

Serie A Femminile, un calcio che ha bisogno di ‘storie’

Eduardo Galeano è l’autore di uno dei libri più belli mai scritti per spiegare il mondo del pallone. “Splendori e...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi