Connect with us

Pubblicato

il

Il Novara ritrova la vittoria al ‘Garilli’ sul filo di lana (nella foto, una fase della gara), tre punti preziosissimi perchè privo di alcune pedine fondamentali e perché conquistati sul campo di un’avversaria in forma. Un successo che, visti i risultati di Reggina e Atalanta, riporta il vantaggio sulla seconda a cinque lunghezze.

La gara inizia con i padroni di casa all’attacco, il primo quarto d’ora è una loro esclusiva e Ujkani deve neutralizzare un colpo di testa di Cacia dopo neanche sessanta secondi, la prodezza del portiere azzurro arriva al 17’ quando Graffiedi si trova solo davanti all’estremo difensore novarese che riesce ad ipnotizzare l’attaccante sventando il pericolo. Riparte il Novara, Rubino si viene a trovare a tu per tu con Cassano bravo a respingere.Lo stesso attaccante azzurro ha un’altra occasione quattro minuti più tardi ma la sua conclusione si perde sul fondo.Gli ospiti passano al 26’, cross di Gemiti Marianini si fa trovare pronto dalla parte opposta con una vincente deviazione di testa. Altra occasione per Rubino che raccoglie di testa un cross di Gemiti ma manda a lato sciupando una ghiotta occasione. A dieci minuti dal termine della prima frazione di gara, l’arbitro decreta un rigore a favore degli uomini di Tesser per fallo di mano in area  di Mei nonostante le dure proteste piacentine. Bertani dal dischetto conclude però troppo centrale. Cassano neutralizza il pericolo.

Pochi secondi  dal rientro in campo delle due squadre ed il risultato si riequilibra, Gheller perde una palla in attacco, rapido contropiede e Graffiedi, servito da Cacia,  trafigge Ujkani. Il Novara non ci sta e replica due minuti più tardi con Gemiti la cui conclusione è però preda di Cassano. Successivamente è il turno di Bertani che dal limite sfiora il palo. I padroni di casa ci credono e spingono riuscendo però a collezionare solo calci d’angolo. Alla mezz’ora la gara s’infiamma: vicinissima al vantaggio la squadra di Madonna, Gemiti riesce a salvare sulla linea una precisa incornata di Cacia. Poi tocca agli azzurri mettere i brividi alla retroguardia avversaria, prima con Gonzalez, subentrato a Scavone, che impegna Cassano su calcio piazzato poi con Drascek, conclusione di pochissimo sul fondo. Quando la gara sembra ormai avviata sul binario del pareggio, la micidiale coppia Gonzalez-Bertani tira fuori dal cilindro un’altra magia ad un giro di orologio dal termine del tempo regolamentare, fulmineo scambio tra l’argentino e l’italiano con quest’ultimo che mette la sfera nell’angolino basso alla destra del portiere Cassano. Dopo il recupero concesso da Giancola di Vasto il sipario si cala con i giocatori che festeggiano il successo sotto la curva dei propri sostenitori accorsi numerosi al ‘Garilli’.

PIACENZA (4-3-1-2): Cassano 6,5; Mei 6, Conteh 6, Zammuto 5,5 (dal 90′ Volpi s.v.), Anaclerio 6; Marchi 5,5, Catinali 6, Bianchi 6; Guzman 6,5 (dal 62′ Piccolo 6); Graffiedi 6,5 (dal 75′ Guerra 6), Cacia 6,5. A disp.: Donnarumma, Bini, Calderoni, Mandorlini. All.: Madonna.
NOVARA (4-3-1-2): Ujkani 6; Gheller 5,5, Ludi 6, Centurioni 6, Gemiti 7; Marianini 7, Porcari 6,5, Shala 6 (dal 62′ Drascek 6); Scavone 5,5 (dal 62′ Gonzalez 6,5); Rubino 5,5 (dal 90′ Gigliotti G. s.v.), Bertani 6,5. A disp.: Fontana, Morganella, Ventola, Gigliotti E.. All.: Tesser.
Arbitro: Giancola di Vasto.
Marcatori:27′ Marianini (N), 47′ Graffiedi (P), 89′ Bertani (N).
Note: ammoniti Mei, Zammuto, Cacia (P), Gheller, Ludi, Ujkani, Gonzalez (N). 

Marco Castelli – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film