Connect with us

Pubblicato

il

Continua la confusione societaria intorno al Calcio Como (nella foto: lo stadio Sinigaglia). Al tentativo fallito la scorsa estate di cedere il club a Ciuccariello, sono seguite le trattative avviate su più fronti dall’attuale presidente Di Bari per il passaggio delle quote di maggioranza a ogni cordata che si trovasse nella condizione di interessarsi alle sorti della formazione lariana. Fino all’avvento, nelle scorse settimane, di una cordata bresciana capitanata dall’immobiliarista Lanzanova che ha sottoscritto con Di Bari un preliminare di acquisto. A questo punto però si è materializzato il tentennamento dell’altro socio di maggioranza: il vice-presidente Rivetti, detentore del 48,5 % del capitale sociale e restio a lasciare la società. Da ciò scaturisce il comunicato stampa da parte di Lanzanova, che pubblichiamo  integralmente:

“LE PREMESSE. Continuo ad apprendere con sorpresa che la situazione della cessione quote del calcio Como risulterebbe nebulosa e incerta. Le dichiarazioni rilasciate ai media da parte del signor Amilcare Rivetti, anche a seguito della conferenza stampa di sabato, mi inducono a pensare che il medesimo non abbia intenzione di ottemperare agli impegni sottoscritti. La situazione dallo stesso presentata è, a mio avviso, completamente difforme e travisata rispetto ai fatti reali.

LE CONTESTAZIONI. 1) Le scadenze indicate nella scrittura compromissoria sono ancora da maturarsi e la prima è quella del 24.11 p.v. come effettivo primo atto di cessione quota: 2) Ho prestato congrue e ampie garanzie che dimostrano la mia volontà a mantenere gli impegni presi…3) Nella immediatezza della conferenza stampa di sabato ho dovuto apprendere che gli importi derivanti dai debiti verso gli stipendi ammontavano a oltre 30.000 euro in più rispetto agli importi confermatimi sino a sabato mattina; 4) Credo che la differenza tra quanto verificato sui documenti contabili presentatimi e quanto successivamente emerso relativamente al monte stipendi dei calciatori tesserati e le questioni legali “Zambrotta” e “Onze” possa essere quantificata in un potenziale maggior esborso di oltre 1.000.000 di euro senza alcuna garanzia da parte dei promittenti cedenti…5) Poichè non intendo assolutamente pregiudicare o essere elemento di disturbo alle volontà affettive di alcuno in Como, sempre che mi venga comunicato direttamente e non a mezzo esternazioni varie quale sia la volontà effettiva del signor Rivetti, sono pronto da subito a defilarmi… 6) Durante la settimana che ha visto il mio incessante impegno per produrre tutto quanto previsto… mai ho trovato interlocutori certi al punto che, a oggi, non ho compreso i ruoli e di chi sono le direttive organizzative. A mio modesto avviso, tutto ciò è dimostrabile anche calcisticamente, vista la prestazione di domenica.

IL DISAPPUNTO. Non posso esimermi dal ritenermi risentito, e con me tutto il gruppo di “amici” parte della cordata interessata, per l’atteggiamento poco corretto messo in essere nei miei confronti… Non posso inoltre soprassedere alla mia richiesta, fatta al presidente in carica e al direttore sportivo, resa vana, di aver accanto durante la conferenza stampa di sabato l’allenatore e il capitano della squadra, atteggiamento che considero sgarbato e irriguardevole. A dire il vero. questa defezione è stata imposta per volontà contraria dei medesimi organi societari a me ostili.

LE CONCLUSIONI. Tutto ciò non comporta immediato disimpegno da parte mia e dei miei partner, bensì l’esigenza inderogabile di un confronto sulle effettive volontà di garantirmi il miglior ingresso, se lo intenderemo, nel Calcio Como. Diversamente mi riterrò libero di lasciare al signor Rivetti ogni onore ed onere per il miglior prosieguo del suo ruolo nella società”.

Rupert Magnacavallo www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Calciomercato1 giorno fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni2 giorni fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali3 settimane fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Editoriali1 mese fa

Stefano Braghin e la missione del calcio femminile in Italia

Il direttore della Juventus Women, Stefano Braghin, ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club...

Opinioni1 mese fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, per nuove prospettive puntare verso nuovi orizzonti

La prima partita del campionato di Serie A Femminile, stagione 2020-21, si è giocata il 22 agosto 2020. La maggior...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film