Connect with us

Pubblicato

il

Non aver ottemperato alle rigorose norme previste dallo statuto della Figc in tema di pagamento degli stipendi (e di liquidazione delle relative imposte erariali) è costato il deferimento in Serie A al Bologna e in Serie B all’Ascoli. Va precisato che il club bianconero sconta già tre punti di penalizzazione, inflitti per irregolarità amministrative connesse alle procedure di iscrizione al campionato cadetto.

Nella fattispecie il rinvio a giudizio davanti alla Commissione Disciplinare Nazionale (CDN) è stato disposto dalla Procura Federale perché – entro e non oltre il 15 settembre 2010 – le società di Serie B  avrebbero dovuto procedere al saldo delle mensilità residue (e dei relativi obblighi fiscali e previdenziali) dei mesi di aprile, maggio e giugno 2010 e quelle di Serie A dei soli mesi di maggio e giugno 2010.

Le due società deferite saranno verisimilmente sanzionate con la penalizzazione di 1 punto in classifica da scontarsi nel campionato 2010/11.

La stessa scadenza incombe anche per la Lega Pro. Entro il 15 settembre i club di Prima e Seconda Divisione avrebbero dovuto saldare gli emolumenti di maggio e giugno 2010, oltre che assolvere ai relativi obblighi fiscali e previdenziali.

Al momento non è dato sapere quali e quante società – tra le 85 iscritte ai cinque gironi dei campionati di terza e quarta serie – siano state ritenute dalla Covisoc passibili di deferimento sotto questo aspetto. Finora la Procura Federale ha esaminato solo le posizioni dei club di A e B. Nei prossimi giorni si esprimerà su quelli della Lega Pro. Le società in bilico sono parecchie. I tifosi tremano.

A ruota incombe la scadenza del 15 novembre, che riguarda gli stipendi (e gli oneri fiscali) dei mesi di luglio, agosto e settembre 2010. La girandola Covisoc comincerà a girare senza sosta. Si annuncia un inverno infernale per molti club professionistici del calcio italiano. 

Sa. Mig. – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Calciomercato1 giorno fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni2 giorni fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali3 settimane fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Editoriali1 mese fa

Stefano Braghin e la missione del calcio femminile in Italia

Il direttore della Juventus Women, Stefano Braghin, ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club...

Opinioni1 mese fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, per nuove prospettive puntare verso nuovi orizzonti

La prima partita del campionato di Serie A Femminile, stagione 2020-21, si è giocata il 22 agosto 2020. La maggior...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film