Connect with us

Pubblicato

il

Altri tre punti pesanti del Cittadella di Foscarini al “Tombolato” con un secco 3 a 0 ai danni del Piacenza dopo il blitz di Bergamo. Ora la classifica è meno imbarazzante da guardare per l’obiettivo salvezza. Per la prima volta i granata non prendono gol tra le mura amiche e sbloccano il risultato proprio due difensori da due calci angolo. Dopo un inizio autoritario degli emiliani con le scorribande di Piccolo sulla fascia sinistra, l’ago della bilancia pende a favore dei padroni di casa al 24′ con un incredibile colpo di tacco mancino del centrale difensivo Scardina “alla Ibrahimovic” sul corner di Dalla Bona.

Una rete che spezza in due la partita con la formazione di Madonna, che ne risente psicologicamente e cerca di reagire, ma subisce il colpo letale al 42′ con il tocco facile del terzino Manucci sotto misura sull’angolo di Bellazzini con la difesa emiliana impietrita. Il Piacenza capisce che è una giornata storta, ma ci prova lo stesso con l’inesauribile Piccolo al 44′ in un velocissimo dribbling con un tiro alto di poco sulla traversa e un pregevole colpo di testa di Graffiedi al 46′. Nella ripresa Madonna prova a mescolare le marche con il figlio d’arte Matteo Mandorlini al posto dell’opaco Bianchi per dare maggiore vivacità alla manovra del suo collettivo, ma l’undici biancorosso finisce a sbattersi sempre sul muro di gomma cittadellese.

Dopo un gol giustamente annullato per fuorigioco a Piovaccari al 13′, il collettivo di Foscarini non si accontenta e chiude definitivamente la pratica piacentina al 20′ con lo stesso Piovaccari ad incornare di testa sull’assist di Nassi dopo il cross teso di Manucci (tra i migliori in campo) con Cassano esente da colpe. Sul 3 a 0 il Piacenza prova almeno a salvare la faccia, ma è Scardina a togliere la soddisfazione della rete alla palombella di Guerra al 36′ con un repentino salvataggio sulla linea. Per il resto da menzionare il secondo gol giustamente annullato per fuorigioco a Volpe. Il Citta esce tra gli applausi del suo pubblico infreddolito, ma gioioso, mentre il Piacenza deve meditare a fondo per i suoi aerrori in vista della prossima delicata sfida al “Garilli” contro il Torino.

TABELLINO DI CITTADELLA – PIACENZA = 3– 0 (P.T. 2 – 0)

CITTADELLA (4-3-1-2) Villanova 6; Manucci 7, Gorini 6.5, Scardina 7.5, Marchesan 6.5; Dalla Bona 7, Musso 6.5 (35′ s.t. Magallanes s.v.), Volpe 6.5; Bellazzini 6.5 (41′ s.t. Carra s.v.); Piovaccari 7 (27′ s.t. Gabbiadini 6), Nassi 6.5. A disp.: Pierobon, Nocentini, Semenzato, Di Roberto. All. = Foscarini 7.

PIACENZA (4-3-3) Cassano 5; Avogadri 4.5, Conteh 5, Zammuto 5, Anaclerio 5; Marchi 5.5 (33′ s.t. Tremolada s.v.), Volpi 5, Bianchi 5.5 (1′ s.t. Mandorlini 5.5); Piccolo 6.5, Graffiedi 5.5 (25′ s.t. Calderoni 6), Guerra 6. A disp.: Donnarumma, Bini, Mei, Cacia. All. = Madonna 5.

ARBITRO = Merchiori 6.5 di Ferrara. RECUPERI = 2 p.t.; 3 s.t.
ASSISTENTI DI LINEA = Masotti 6.5 di Bologna e Costanzo 6.5 di Orvieto.
QUARTO UOMO = Barbiero 6.5 di Vicenza.
MARCATORI = 24′ p.t. Scardina (C), 42′ p.t. Manucci (C), 20′ s.t. Piovaccari (C).
AMMONITI = 16′ p.t. Nassi (C) per gioco falloso; 40′ p.t. Marchesan (C) per comportamento non regolamentare; 47′ s.t. Volpe (C) per proteste dopo il gol annullato.
CALCI D’ANGOLO = 8 a 4 per il Picenza (p.t. 4 a 2 per il Cittadella).
NOTE = Pomeriggio freddo e nuvoloso con terreno scivoloso. Temperatura 9^ gradi circa. Spettatori 2200 circa (Abbonati 1635 con quota di 7.145,33 euro) per un incasso totale di euro 10.358,83. Presenti anche una decina di tifosi piacentini.

Luigi Spatalino – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali2 settimane fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali2 settimane fa

La Serie A verso il professionismo e il modello del Napoli Femminile

La lettera aperta indirizzata il 2 settembre scorso alla ct della Nazionale, Milena Bertolini, dal presidente del Napoli Femminile Raffaele...

Editoriali4 settimane fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali2 mesi fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato2 mesi fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni2 mesi fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali3 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato diffuso a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi