Connect with us

Pubblicato

il

Con una prestazione dai due volti  il Pescara archivia la pratica Portogruaro. Brutto ed inguardabile nel primo tempo, determinato e pratico nella ripresa travolge in un sol boccone la squadra veneta. Alla vigilia della gara con il Portogruaro oltre all’infortunato Ganci, il Pescara perde anche l’altro bomber Sansovini, che nella rifinitura ha accusato problemi alla schiena, che lo hanno costretto a dare forfait. Il Pescara scende in campo schierando la seguente formazione: Pinna tra i pali, difesa a quattro composta dagli out difensivi Zanon a destra e Ariatti a sinistra, i centrali sono Olivi e Mengoni. Linea di centrocampo inedita con Cascione e Verratti sulla linea mediana, gli esterni sono rispettivamente Gessa e Bonanni.

L’attacco sarà guidato da Stoian che agirà dietro Soddimo, pronto a sostituire Sansovini. Tognozzi non al meglio della condizione partirà dalla panchina. Anche il Portogruaro giunge in riva all’Adriatico, in piena emergenza il tecnico dei veneti deve rinunciare a Altinier, Pisani e Puccio infortunati; Tarana agisce dietro le due punte Schiavon e Cunico. Cardin è squalificato, al suo posto gioca Gargiulo.

Cronaca: Dura soltanto sette minuti la partita di Stoian costretto subito ad uscire per infortunio al suo posto mister Di Francesco, getta nella mischia Maniero. 31’ Il Portogruaro si porta in vantaggio. Ariatti commette un fallo in aerea, l’arbitro Cervellara non esita neanche un secondo ed assegna un penalty alla squadra veneta. Si incarica del tiro Cunico che realizza. Al 38′ il Portogruaro raddoppia con Tarana: tocco sotto il pallone e Pinna superato in uscita. Nei minuti di recupero al 47′ testa di Maniero su cross di Gessa e palla a un filo dal palo difeso da Rossi. Il primo tempo termina con il Portogruaro in doppio vantaggio con il Pescara davvero inguardabile.

Nella ripresa si vede subito un altro Pescara, infatti al 5’st il Pescara accorcia le distanze: testa di Soddimo su cross di Gessa. Bonanni cerca il jolly accentrandosi dalla sinistra e sparando di destro dai 25 metri, ma la sfera è alta. Al 13’st si rivede il Portogruaro con estrema pericolosità: Schiavon in scivolata coglie il palo esterno imbeccato da Tarana. Al 15’st il Pescara realizza la rete del pareggio con  Ariatti che coglie al volo un pallone servito di petto da Bonanni. Al 17’st il Portogruaro effettua la prima sostituzione: esce Madaschi, entra D’Elia. Tre minuti dopo è il Pescara ad effettuare il secondo cambio: dentro Nicco, fuori Soddimo Un minuto dopo al 21’st il Pescara si porta in vantaggio con Cascione servito con un cioccolatino da Verratti non può fare altro che mettere la palla in rete.

Al 23’st il Portogruaro usufruisce del secondo cambio: fuori Amodio, dentro Gerardi. Due minuti più tardi la squadra pescarese al 25’st sempre con Cascione realizza la quarta rete che  mette dentro dopo un batti e ribatti in area del Portogruaro.

La partita volge al termine con la squadra  abruzzese che amministra bene il risultato, nonostante che non ci sia più partita per la formazione veneta apparsa  dopo le quattro reti come un pugile suonato. Martedì recupero del secondo tempo contro il Frosinone e Sabato prossimo trasferta delicata sul campo del Livorno.

PESCARA ( 4-4-1-1) Pinna, Zanon, Cascione, Mengoni, Olivi, Soddimo( dal 19’st Nicco), Bonanni, Gessa, Ariatti, Stoian(dal 7’pt Maniero), Verratti( dal 26’st Tognozzi). A disp: Cattenari, Tognozzi, Nicco, Capuano, Del Prete, Alcibiade, Maniero All. Di Francesco

PORTOGRUARO ( 4-3-1-2)Rossi, Lanzoni, Cristante, Madaschi(dal 17’st D’Elia), Espinal, Mattielig, Cunico, Gargiulo(dal 27’st Bianchi), Amodio(dal 22’st Gerardi), Tarana, Schiavon. A disp: Marcato, D’Elia, Scozzarella, Bianchi, Bocalon, Giacobbe, Gerardi. All. Viviani

Arbitro: Cervellara di Taranto
Assistenti: ( Bianchi – Salvatore)
Reti: 31’pt Cunico ( rig.)38’pt Tarana, 4’st  Soddimo, 15’st Ariatti, 20’st , 25’st Cascione
Ammoniti: Ariatti ( P ), Mattielig, Rossi ( Portogruaro)

Rita Consorte – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Calciomercato1 giorno fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni2 giorni fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali3 settimane fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Editoriali1 mese fa

Stefano Braghin e la missione del calcio femminile in Italia

Il direttore della Juventus Women, Stefano Braghin, ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club...

Opinioni1 mese fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, per nuove prospettive puntare verso nuovi orizzonti

La prima partita del campionato di Serie A Femminile, stagione 2020-21, si è giocata il 22 agosto 2020. La maggior...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film