Connect with us

Pubblicato

il

Beffa atroce per il Padova di Calori, che subisce la seconda consecutiva per 3 a 2 dopo quella nel derby al “Menti” (prima in casa… nonostante le “cheerleaders” volute dal presidente Cestaro) per merito di un coriaceo Varese in gol su punizione con Carrozza al 93′. Nono risultato utile di fila per i lombardi, che rimontano per ben due volte i biancoscudati e ci credono sempre nei tre punti fino al blitz meritato in zona Cesarini. Colpaccio esterno, quindi, della compagine varesina soprattutto grazie ai cambi tattici, azzeccati nella ripresa dallo stratega Sannino in panchina con gli impieghi di Frara, Eusepi e Carrozza per Buzzegoli, Tripoli e Cellini tra l’ottavo e il trentatreesimo.

Dopo una lunghissima fase di studio tra le due squadre con un tiro-cross di Tripoli sull’esterno della rete al 3′ e un diagonale alto sulla traversa di Gallozzi al 9′, è il Padova a prendere in mano le redini dell’incontro. I padroni di casa sfiorano il gol su una punizione angolata di Di Gennaro (sventata in angolo dal bravo Zappino al 28′) ed un’incornata pericolosa di Cuffa al 32′ (parata a terra dal portiere varesino), prima di arrivare alla segnatura al 35′ con un secco rasoterra di Gallozzi su assist di Succi nell’area piccola tra le gambe di Zappino. La compagine di Sannino non demorde e perviene al pareggio solo sei minuti dopo con una semi-rovesciata del brasiliano Dos Santos su corner dell’ex Zecchin in seguito ad un sfortunato rinvio aereo di Cesar. Prima dell’intervallo clamoroso palo interno di Succi a portiere battutto con una staffilata dai 25 metri.

Nella ripresa subito Padova insidioso al 4′ con un colpo di testa di Succi alto sulla traversa su cross di Renzetti dalla fascia sinistra, ma dieci giri di lancette più tardi è la formazione di Calori a ritornare in vantaggio con l’incornata vincente di Bovo in mischia su angolo di Di Gennaro. Sul 2 a 1 sembra una partita chiusa, ma non per Sannino, che mette dentro forze fresche con Carrozza e Eusepi determinanti per l’impensabile rimonta varesina. Al 28′ l’atteggiamento più offensivo del Varese dal 4-4-2 al 4-3-3 rischia di saltare con la fucilata di Italiano al 28′ proprio a fil di palo. Ma alla mezzora le prime avvisaglie di pericolo per i tifosi biancoscudati arrivano con un timido tiro a girare di Pugliese.

I lombardi non mollano mai la presa, pareggiando ancora i conti al 37′ con una girata di Frara in area dopo un’azione costruita da Zecchin e Corti sulla corsia di destra. Il Varese ha il merito e l’orgoglio di continuare ad attaccare per l’intera posta in palio, ma la rovesciata di Carrozza al 41′ viene smorzata in angolo da Agliardi con un balzo felino. Quando i giochi sembrano veramente chiusi, ecco la punizione dal vertice sinistro dell’area di rigore dell’onnipresente Carrozza, che s’insacca con la grave complicità del portiere padovano. Grande delusione in casa biancoscudata per una sconfitta evitabilissima, che fa da contraltare alla gioia degli ospiti, che scavalcano proprio i veneti al sesto posto solitario in classifica a quota 26 punti nella zona play-off.

PADOVA – VARESE = 2 – 3 (P.T. 1 – 1)

PADOVA (4-3-1-2) Agliardi 5; Crespo 6, Legati s.v. (32′ p.t. Cesar 5.5), Trevisan 5.5, Renzetti 6; Gallozzi 6.5, Italiano 6 (44′ s.t. Ronaldo s.v.), Bovo 6.5 (33′ s.t. Jidayi s.v.); Cuffa 6; Di Gennaro 5.5, Succi 6.5. A disp.: Cano, Portin, Rabito, Filippini. ALL. = Calori 5.

VARESE (4-4-2) Zappino 6.5; Pisano 6.5, Camisa 5.5, Pugliese 6.5, Dos Santos 6.5; Tripoli 6 (21′ p.t. Eusepi 6.5), Buzzegoli 6 (8′ s.t. Frara 7), Corti 6.5, Zecchin 6.5; Neto Pereira 6.5, Cellini 5.5 (18′ s.t. Carrozza 7.5). A disp.: Moreau, Gambadori, Armenise, Figliomeni. ALL. = Sannino 7.

ARBITRO: Velotto 6.5 di Grosseto. RECUPERI = 3′ p.t.; 4′ s.t.
ASSISTENTI DI LINEA: Cini 6 di Firenze e Vivenzi 6 di Brescia.
QUARTO UOMO: Barbiero 6 di Vicenza.
MARCATORI: 35′ p.t. Gallozzi (P), 41′ p.t. Dos Santos (V); 14′ s.t. Bovo (P), 37′ s.t. Frara (V), 48′ s.t. Carrozza (V).
AMMONITO: 45′ Camisa (V) per gioco falloso.
NOTE: Pomeriggio freddo con terreno in buone condizioni. Temperatura 7^ gradi. Spettatori 5200 circa (Abbonati 3512 e Paganti 1683) per un incasso totale di euro 17.683,25. Presenti anche 300 tifosi varesini. Prima della gara sono intervenute le “cheerleaders” (All Stars Milano) con piccolo spettacolo coreografico, che ha allietato il pubblico per una decina di minuti su iniziativa del presidente Cestaro.

Luigi Spatalino – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali1 settimana fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato3 settimane fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni4 settimane fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Opinioni2 mesi fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, per nuove prospettive puntare verso nuovi orizzonti

La prima partita del campionato di Serie A Femminile, stagione 2020-21, si è giocata il 22 agosto 2020. La maggior...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film