Connect with us

Pubblicato

il

Tutto in una notte, anzi in una gara. Nel posticipo di lunedì sera i rossoblu si giocheranno una buona fetta di credibilità e ambizioni play off. Il derby contro il Foggia targato Zeman potrebbe rappresentare una sorta di spartiacque ricco di significati, perchè il Taranto, speso il girone di andata tra alti e bassi, deve decidere cosa diventare “da grande”. Non sarà facile superare i satanelli che, seppure in formazione rimaneggiata, vantano l’attacco più prolifico del torneo sostenuto da un gioco spesso brillante, ma poco continuo. Insomma il riflesso tipico delle formazioni del tecnico boemo. Il coefficiente di difficoltà delle sfida lievita vertiginosamente, se si considerano le pressioni di una piazza, quella jonica, dove tutto non è mai abbastanza.

I supporters tarantini, malgrado la squadra occupi l’ultima posizione utile della zona play off, sono pronti ad inscenare una fragorosa protesta all’indirizzo del club di via Martellotta, al quale non vengono contestati i risultati sportivi, ma bensì la gestione estremamente autarchica dell’affaire Taranto. Il resto dell’ambiente jonico, invece, vivacchia nell’indifferenza: il fascino del derby sotto i riflettori non è riuscito ancora a persuadere i cosiddetti “tifosi occasionali”.

Il risultato è una prevendita fiacca che ha contagiato anche il capoluogo dauno, dove il “successo” della famigerata Tessera del tifoso non è riuscita a fare lievitare le vendite dei tagliandi. Nel solco di questa cervellotica emotività Migliaccio e compagni hanno continuato ad allenarsi lontano da occhi indiscreti, in una sorta di limbo ovattato che isola i calciatori dalle pulsioni del mondo esterno. Il tutto condito dall’ormai consolidato silenzio stampa che certifica e sottoscrive il distacco.

Per quanto concerne l’undici anti-Foggia, mister Dionigi pare orientato a confermare buona parte della squadra uscita sconfitta a Siracusa nell’incontro di domenica scorsa. I soliti dubbi del giovane tecnico rossoblu  coinvolgeranno le corsie esterne del settore avanzato, nel quale Russo e Ciotola insidiano rispettivamente le maglie di Garufo e Rantier. A questi ballottaggi si aggiunge  il rebus legato a Cutrupi: il difensore accusa un trauma  cranico, conseguenza di uno scontro di gioco nel consueto test del giovedì contro gli Allievi. La sua assenza provocherebbe una rivisitazione del reparto difensivo, nel quale potrebbero essere inseriti Cotroneo o Colombini. Lo smistamento del secondo lascerebbe libero il posto sull’out mancino della mediana spianando la strada a Sabatino. Ipotesi spendibile in un assetto tattico disegnato ancora una volta sul 3-4-3, salvo clamorose sorprese. Mancano poco più di quarantotto ore per scoperchiare il vaso di Pandora rossoblu. Il resto sarà tutto da scrivere, perchè il campionato non può più attendere la maturazione degli jonici.

Enrico Losito – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali2 settimane fa

Nazionale, Serie A e professionismo: la lunga estate calda del calcio femminile

L’estate è torrida come non mai. Un caldo infinito, iniziato già a maggio. Roba che, alla lunga, dà alla testa....

Nazionale2 settimane fa

Nazionale Femminile: il supporto Rai è stato un ‘flop’ per la crescita del movimento?

La Rai ha puntato molto sulla Nazionale Femminile. Secondo Andrea Fagioli, opinionista di ‘Avvenire, è stato un flop mediatico ➡️...

Editoriali3 settimane fa

Campionato Europeo: se il calcio femminile diventa qualcosa di travolgente

✅ Inghilterra-Svezia di ieri sera è stata gioia pura per gli occhi. La ciliegina sulla torta? Il magnifico gol di...

Nazionale4 settimane fa

Passata la delusione Nazionale, è ora di tuffarsi nel campionato di Serie A femminile

☑️ La delusione dell’Europeo va in archivio. Così speriamo tutti. L’eliminazione nella fase a gironi della Nazionale di Milena Bertolini,...

Calciomercato4 settimane fa

Serie A Femminile: il Parma mostra i muscoli e si candida come la sorpresa?

Il Parma inizia come meglio non sarebbe stato possibile la stagione che, in serie A Femminile, segnerà l’esordio del professionismo....

Nazionale1 mese fa

Il calcio femminile ha bisogno della Nazionale: sosteniamola senza se e senza ma

Il pareggio con l’Islanda, che avrebbe anche potuto diventare una vittoria, riapre il cuore dei tifosi alla speranza. Uso la...

Nazionale1 mese fa

Il calcio femminile, la Nazionale e l’Islanda: una questione di passione e di rispetto

Stasera la Nazionale femminile guidata dalla ct Milena Bertolini è chiamata a un esame di riparazione, dopo la pesante sconfitta...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi