Connect with us

Pubblicato

il

Stasera al San Paolo si gioca Napoli-Palermo. Una sfida importante per sbrogliare la “questione meridionale”. I partenopei sono quarti a 24 punti, in piena zona Champions. I rosanero inseguono a quota 23 e non hanno alcuna intenzione di rimanere indietro. E’ dal secondo scudetto degli azzurri, all’era di Maradona nel lontano 1989-90, che una squadra al di sotto di Roma non riesce a salire sul podio del campionato di Serie A ovvero a classificarsi tra le prime tre. Stavolta sono addirittura due i club che potrebbero aspirare a interrompere la tradizione negativa. Chi dei due lo merita di più?

All’interno di questa sfida ne vivono molte altre, ciascuna affascinante per un verso o per l’altro, che daranno un sapore particolare a questa partita. Intanto quella tra due presidenti che sono quasi due gemelli diversi. De Laurentiis e Zamparini, umorali come pochi, hanno ambizioni forti e vanno a caccia di successi duraturi per la gioia delle rispettive tifoserie.

Poi l’altra tra due allenatori emergenti quali Mazzarri e Delio Rossi, con quest’ultimo che sta facendo giocare quest’anno un calcio tra i più divertenti da vedere nella Serie A TIM. In un torneo tecnicamente mediocre, alcune partite giocate dai rosanero hanno lasciato il segno. Anche il tecnico livornese del Napoli è uno che bada allo spettacolo e le gare ricche di reti giocate dai suoi ne sono la conferma.

Ancora quella sul piano personale tra due giocatori che puntano in alto. L’ex Cavani e il fantasioso Pastore (nella foto) detto “el flaco” giocano in ruoli diversi, ma sono ugualmente capaci di far virare la gara in una direzione piuttosto che in un’altra.

Infine quella tra due attacchi da tenere d’occhio. Nel Napoli Cavani, Hamsik e Lavezzi hanno messo a segno finora 19 reti. Dall’altra Pastore, Ilicic e Miccoli sono fermi (si fa per dire) a quota 15. Inutile sottolineare che potrebbe trattarsi di una partita scoppiettante.

Ste. Mu.  – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali2 settimane fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali2 settimane fa

Serie A Femminile: ci sono voluti 50 anni per il professionismo

“Siamo fatti anche noi della materia di cui sono fatti i sogni: nello spazio e nel tempo di un sogno...

Editoriali4 settimane fa

La Serie A Femminile scende a 10 club dal 2022-23: è una riforma affrettata?

👉🏽 La Divisione Calcio Femminile presieduta da Ludovica Mantovani, con il passaggio al professionismo, ha deciso che la serie A...

Editoriali4 settimane fa

La Serie A Femminile passerà a 10 club: Morace storce il naso

Carolina Morace ha scelto di prendere parte a “Campionesse“, la docuserie di Rakuten Tv disponibile dal 2 dicembre che racconta...

Editoriali2 mesi fa

La Serie A verso il professionismo e il modello del Napoli Femminile

La lettera aperta indirizzata il 2 settembre scorso alla ct della Nazionale, Milena Bertolini, dal presidente del Napoli Femminile Raffaele...

Editoriali3 mesi fa

Serie A Femminile, un calcio che ha bisogno di ‘storie’

Eduardo Galeano è l’autore di uno dei libri più belli mai scritti per spiegare il mondo del pallone. “Splendori e...

Editoriali3 mesi fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi