Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

Nel giro di due giorni 32 club di Lega Pro (tra Prima e Seconda Divisione) sono stati deferiti dalla Procura Federale alla Commissione Disciplinare Nazionale (CDN). Due società sono citate per due volte (Cavese e Villacidrese).

Il primo elenco diffuso dalla Figc comprende tredici  società (oltre al Portogruaro, che attualmente gioca in serie Bwin): Cavese (compresa anche nel secondo elenco), Cremonese, Crociati Noceto, Gavorrano, Gubbio, Milazzo, Montichiari, Paganese, Prato, Sangiovannese, Spal, Spezia e Viareggio.

Il secondo elenco ne comprende venti (oltre al Catania che attualmente gioca in Serie Bwin): Alessandria, Atletico Roma, Canavese, Cavese (già compresa nel primo elenco), Como, Fano, FeralpiSalò, Foggia, Latina, Melfi, Monza, Pergocrema, Prato, Pro Patria, Salernitana,  Savona, Trapani, Tritium,  Valenzana, Villacidrese (due volte), Virtus Entella.

Tutti i deferimenti sono stati decisi non su impulso della Covisoc, bensì su segnalazione della Commissione Criteri Sportivi e Organizzativi della Federcalcio. Attengono infatti alla violazione prevista dall’art. 1, comma 1, del C.G.S. in relazione al Titolo III – Criteri sportivi ed organizzativi di cui al Comunicato Ufficiale n. 117/A del 25/05/2010.

Si tratta dunque di violazioni che riguardano il rilascio delle Licenze Nazionali obbligatorio ai fini dell’iscrizione ai campionati professionistici e che entrano nel merito del profilo  sportivo/organizzativo (non a quello economico regolato dal Titolo I, Criteri Legali ed Economico-Finanziari) dei 32 club della terza e quarta serie nazionale presiedute da Mario Macalli e oggetto del rinvio a giudizio davanti alla CDN.

Tali violazioni, che rappresentano una novità dal punto di vista giuridico in quanto il Sistema delle Licenze Nazionali è stato introdotto dallo scorso anno. Dovrebbero essere sanzionate con (pesanti) ammende e non con punti di penalizzazione.

Recita infatti sul punto il “Sistema delle Licenze Nazionali 2010/2011”:

“TITOLO III: CRITERI SPORTIVI E ORGANIZZATIVI. L’inosservanza del termine del 30 giugno 2010, con riferimento a ciascuno degli adempimenti previsti dai punti 1), 2), 3), 4), 5), 6), 7), 8), 9), 10), 11), 12), 13), 14), 15), 16), 17), costituisce illecito disciplinare ed è sanzionata, su deferimento della Procura Federale, dagli organi della giustizia sportiva, per ciascun inadempimento, con l’ammenda non inferiore ad euro 20.000,00 per le società si Serie A e B e ad euro 10.000,00 per le società di Prima Divisione e Seconda Divisione”. 

Redazioneweb – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Opinioni14 ore fa

Serie A Femminile, il ruolo cruciale del Centro Sportivo

È stato detto che la Divisione Femminile ha due anime. Una radicata nel professionismo maschile e l’altra di matrice dilettantistica. La seconda anima...

Editoriali4 giorni fa

Serie A Femminile verso il professionismo, una sfida complicata?

Si avvicina (pericolosamente?) l’era professionistica della serie A Femminile. Quando ci si trova nell’imminenza di passaggi così ardui, servono progetti...

Opinioni4 giorni fa

Serie A Femminile, cultura dei vivai e professionismo

La transazione verso il professionismo della Serie A Femminile, gestita dalla Divisione Femminile guidata da Ludovica Mantovani e dalla Figc...

Opinioni4 giorni fa

Alla Serie A Femminile serve un professionismo di sostanza

Nei mezzi di comunicazione di massa più influenti le notizie sono sempre ridotte ai minimi termini. Stiamo parlando del campionato...

Editoriali6 giorni fa

Serie A Femminile, come nani sulle spalle di giganti

Tempus inesorabile fugit. La Serie A Femminile si avvicina, a grandi passi, verso la stagione del passaggio al professionismo. Il...

Editoriali1 settimana fa

Serie A Femminile, quando il campionato non finisce mai

Il campionato di Serie A Femminile 2020-21 ha avuto inizio il lontano 22 agosto 2020. E però le squadre si...

Editoriali1 settimana fa

Serie A Femminile, tutto il bello della domenica

Ben prima della pandemia che ha disastrato le vite degli umani, il calcio moderno veniva fatto correre a rotta di...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film