Connect with us

Pubblicato

il

Il campo di San Siro continua a mietere vittime. Le condizioni in cui versa il prato dello stadio milanese dove si esibiscono Inter e Milan sono a dir poco disastrose. La situazione è aggravata dagli orari in cui le squadre sono costrette a scendere in campo, in ossequio al calcio-spezzatino imposto da pay tv sempre più invadenti.

Dopo aver perso Pato (a metà mese si recherà a consulto negli Stati Unita dal professor Garrett per valutare i tempi di recupero), il Milan dovrà fare a meno anche di Thiago Silva. Il giocatore sta per volare anche lui in Brasile per sottoporsi a controllo presso il medico della Seleçao, Josè Luiz Runco. Il difensore brasiliano si è procurato, durante la partita di Champions Leeague persa malamente con l’Ajax, una lesione al menisco mediale del ginocchio destro (anche se la sua gara sembrava essersi conclusa senza particolari problemi), Previsto infine uno stop di un mese anche per Flamini: per il francese si tratta di una lesione al legamento collaterale mediale.

Una serie di infortuni che inizia a preoccupare lo staff tecnico del Milan. Ecco dunque che, nei giorni scorsi, Tassotti avrebbe effettuato per conto del club rossonero un sopralluogo sul terreno di gioco in sintetico del Novara. La squadra allenata da Tesser è attualmente capolista solitaria nel campionato di Serie Bwin (con 40 punti ha sei lunghezze di vantaggio sulla seconda, il Siena).

La questione dei terreni sintetici è stata affrontata ieri al World Football Show in programma a Milano. Uno degli incontri aveva come tema “Stadio Novara Calcio. Manto di gioco in erba sintetica. Il perché di una scelta”. Il fondo di gioco dello stadio del Novara Calcio è stato realizzato dalla Italgreen, Si tratta di un manto in erba sintetica di ultima generazione. L’incontro ha preso in esame i risvolti tecnici, prestazionali e manutentivi di questo tipo di copertura, ivi compreso il risparmio gestionale che ne deriva.

So. Gian. – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Opinioni1 giorno fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Calciomercato3 settimane fa

Il talento di Sofia Cantore: è una predestinata, parola di Carobbi

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Editoriali3 settimane fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Editoriali1 mese fa

Stefano Braghin e la missione del calcio femminile in Italia

Il direttore della Juventus Women, Stefano Braghin, ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club...

Opinioni1 mese fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, per nuove prospettive puntare verso nuovi orizzonti

La prima partita del campionato di Serie A Femminile, stagione 2020-21, si è giocata il 22 agosto 2020. La maggior...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film